Huawei Mate 8 da record in Cina: ecco come effettuare il pre-ordine in Italia

Trapelano nuovi dettagli interessanti su uno smartphone destinato a far bene. I dettagli sulla procedura di acquisto

11
CONDIVISIONI

Sono dati impressionanti quelli che arrivano in queste ore a proposito del cosiddetto Huawei Mate 8, uno smartphone che, a conti fatti, ancora deve mettere piede in Italia in via ufficiale. Secondo quanto trapelato nel corso delle ultime ore, infatti, il dispositivo avrebbe registrato oltre un milione di vendite in Cina, dando vita a quello che per il produttore asiatico potrebbe essere un vero e proprio record.

A darne notizia è stato Yu Chengdong, CEO di Huawei, secondo cui l’azienda potrebbe a questo punto decidere di produrne il medesimo quantitativo ogni mese, soprattutto in vista dello sbarco in Europa del device. Lecito a questo punto chiedersi cosa fare per essere tra i primi utenti che qui in Italia potranno toccare con mano il nuovo Huawei Mate 8.

Un chiarimento a tal proposito è giunto direttamente da Huawei Italia, che ha risposto in via ufficiale ad una domanda precisa:

“Huawei Mate 8 sarà disponibile in Italia al prezzo di 599 EUR a partire da febbraio. Potrà essere pre-ordinato online sul sito VMall (www.vmall.eu/it) nei colori moonlight silver e space grey”.

Insomma, nel caso in cui a febbraio vogliate essere tra i primi a poter disporre del tanto atteso Huawei Mate 8, tutto quello che dovrete fare è accedere alla specifica pagina dello store divenuto famoso in questi mesi soprattutto per le vendite in offerta del cosiddetto Honor 7, per poi scegliere il colore preferito e portare a termine il classico pre-ordine.

Ad oggi manca una data precisa per l’uscita dello stesso Huawei Mate 8, ma nel caso in cui siate convinti di volerlo acquistare subito, il consiglio che posso darvi è di ottenere la prelazione nel più breve tempo possibile, considerando il prevedibile boom di vendite iniziale.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.