Eddie Murphy di nuovo in un ruolo drammatico. Sarà protagonista di Cook

L’attore tornerà a rivestire un ruolo drammatico, inusuale per il suo genere, ma per il quale si dimostra entusiasta. L’ultima performance non comica risale al lontano 2006. Nel frattempo Eddie Murphy ha comunque in cantiere il quarto episodio di Beverly Hills Cop.

1
CONDIVISIONI

Da quanto tempo; è parecchio ormai che Eddie Murphy non risale la china del semi-dimenticatoio. Non che sia stato totalmente accantonato in questi anni, però diciamo che i suoi ultimi lavori non hanno fatto entusiasmare più di tanto. Ormai sono ben lontani i tempi di gloria di poliziotti e gag micidiali a ritmo di musica anni 80. Poi in un ruolo serio ancor di più l’attore è restio a farsi vedere. O meglio, l’ambizione forse ci sarebbe ma non è sicuramente un passaggio semplice. Quando nasci e cresci come attore comico non è facile spogliarsi di certe maschere. È come una sorta di benedizione-maledizione che in fondo riguarda tutti quelli che abbracciano radicalmente la comicità e l’umorismo in un certo senso.

È precisamente dal 2006 che l’attore, ex famoso piedipiatti di Beverly Hills, non riveste un ruolo al di fuori dei suoi canoni comici: partecipò in quell’occasione a Dreamgirls. Film diretto da Bill Condon ispirato alla vita e al successo delle Supremes, per il quale ebbe anche una nomination agli Oscar come miglior attore non protagonista. L’ultima apparizione di Murphy sul grande schermo invece non è nemmeno tanto lontana nel tempo: protagonista nel 2012 di Una bugia di troppo (A Thousand Words) film statunitense del 2012 diretto da Brian Robbins. Ad ogni modo, la notizia è che l’attore tornerà a rivestire un ruolo drammatico come protagonista in Cook, un film di Bruce Beresford, la cui trama ci racconterà di un uomo in procinto di morire, che affiderà ad un cuoco (Eddie Murphy per l’appunto) il compito di cucinare i pasti quotidiani per la figlia; una sorta di testamento culinario se così si può definire. Il ruolo sembra che in origine fosse stato affidato a Samuel L. Jackson, il quale pare abbia rifiutato per impegni diversi non conciliabili.

Mark Canton, il produttore, ha dichiarato che il film avrà toni molto commoventi: sarà basato su di un equilibrio narrativo probabilmente incentrato su vita e morte e amore per i propri cari. Insomma non ci sarà molto da ridere, nonostante la presenza del buon Eddie Murphy. L’attore, ad ogni modo, avrà modo e tempo di tornare a calarsi nei suoi ruoli storici per i prossimi anni; sprizzerà la sua solita incomparabile giovialità in due importanti prossimi progetti futuri: Triplets ed il quarto episodio di Beverly Hills Cop.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.