Jack Savoretti a Portofino a settembre per sostenere l’ospedale San Martino di Genova

Con One Night in Portofino Jack Savoretti sostiene l’Ospedale Policlinico San Martino di Genova nella lotta al Coronavirus

Jack Savoretti a Portofino per un concerto speciale in programma il prossimo 4 settembre. L’artista italo-inglese tornerà dal vivo nel nostro Paese, nella Piazzetta di Portofino, per l’evento One Night in Portofino.

Quello di Jack Savoretti a Portofino è un evento a scopo benefico. L’artista continua a sostenere l’Ospedale Policlinico San Martino di Genova nella lotta all’emergenza legata al Covid-19, e in una notte del lockdown è nata l’idea di One Night in Portofino.

Dalla sua casa nell’Oxfordshire, Jack Savoretti ha gettato le basi per lo speciale evento che si terrà il 4 settembre, profondamente colpito dall’emergenza sanitaria che l’Italia si è vista costretta a combattere negli scorsi mesi.

Parte del ricavato del live sarà donato all’Ospedale Policlinico San Martino di Genova. Per l’occasione, bar e ristoranti hanno messo a disposizione di chi deciderà di cenare nel Borgo marinaro, le sedute a favore di palco in cambio di un’offerta da devolvere al San Martino.

La gestione della prenotazione dei posti all’interno degli esercizi di Portofino sarà effettuata attraverso la mail jsportofino2020@gmail.com, a cura del fan club di Jack Savoretti.

Jack Savoretti racconta la nascita di One Night in Portofino:

Portofino è un luogo magico, la mia famiglia ha un rapporto duraturo con questo paese, con chi ci vive e lavora. Io stesso sono stato battezzato nella Chiesa di San Martino e per lunghi anni ho trascorso intere estati giocando sui moli, guidando gozzi e facendo il bagno nelle calette che si nascondono in angoli da sogno. La mia musica è stata fortemente condizionata da questi posti dunque ho sentito la necessità di rendermi utile, dando vita a questo progetto, ricavando forza dallincredibile sostegno di tutti i soggetti che ho deciso di coinvolgere. Così è nato One Night in Portofino, un omaggio a un luogo magico, autentica risorsa di un territorio che ha sempre reagito con incredibile forza ad eventi avversi. Forza che anche il San Martino ha mostrato per difendersi con successo dalla minaccia rappresentata dal Covid, una struttura con il quale ho mantenuto un contatto diretto e a cui abbiamo deciso di devolvere gran parte del ricavato del live“.

Il sindaco di Portofino, Matteo Viacava, dichiara:

“Un grande evento per celebrare i veri grandi eroi di un’emergenza che ha segnato l’umanità: i nostri medici, i nostri infermieri e tutti gli operatori sanitari. Siamo molto felici del fatto che un portofinese come Jack Savoretti abbia scelto il nostro Borgo per un evento che come scopo ha quello di raccogliere fondi da destinare all’ospedale San Martino di Genova. Siamo felici che tutto il Borgo possa contribuire, ancora una volta, ad aiutare e fare del bene“.

Antonio Uccelli, Direttore Scientifico dell’Ospedale Policlinico San Martino commenta: 

“L’iniziativa di Jack ha un grande significato per tutto il Policlinico San Martino. Innanzitutto denota la sensibilità di una persona speciale che ha voluto trasformare le emozioni sue e di tutte le persone che, colpite nel cuore dalla pandemia, hanno creduto nel suo progetto offrendo un segno tangibile di aiuto e solidarietà. Dall’altra sono orgoglioso di vedere che il Policlinico San Martino è un’istituzione credibile che ha dimostrato la sua forza nella lotta al Covid 19, che eccelle ogni giorno a livello clinico e nella ricerca. La fiducia di Jack e di tutti quelli che hanno generosamente dimostrato di credere nel San Martino è per noi motivo di orgoglio e sprone a perseguire la strada intrapresa con dedizione“.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.