365 Giorni su Netflix, il 50 Sfumature polacco con un Mr. Grey italiano tra scene “estreme” e sequel già confermati

Perché si parla tanto di 365 Giorni su Netflix, il film scandalo polacco tratto da una serie di romanzi, già paragonato al cugino americano, 50 Sfumature

1
CONDIVISIONI

C’era una volta 50 Sfumature di Grigio, primo libro di una serie di romanzi di E.L. James che diversi anni fa avevano scandalizzato tutti. Dimenticate il fascinoso dai gusti “particolari” Christian Grey (che al cinema aveva il volto di Jamie Dornan).

Il nuovo 50 Sfumature è polacco. 365 Giorni su Netflix è la risposta al fenomeno letterario lanciato nel 2011 da E.L. James. L’adattamento su schermo è disponibile dal 14 giugno sulla piattaforma e in breve tempo è balzato in vetta alla classifica dei titoli più visti su Netflix.

C’è da chiedersi perché piace così tanto, visto che la trama ricorda vagamente il suo cugino americano. La sola differenza è che Mr. Grey parla italiano: l’attore che lo interpreta è Michele Morrone, già visto nella fiction Sirene e nel programma Ballando con le Stelle. Massimo Torricelli è il figlio di un boss della mafia siciliano. È sicuramente bello, molto ricco e crede di poter ottenere ogni cosa. Così quando incontra Laura (interpretata da Anna-Maria Sieklucka), la rapisce con l’intento di costringerla a stare insieme a lui per 365 giorni allo scopo di riuscire a farla innamorare di lui.

Tralasciando il fatto che si assiste a una relazione del tutto tossica, che emula quella tra Christian Grey e Anastasia Steele (con tanto di tutine in lattice, manette e altro genere di oggetto sadomaso possibile), 365 Giorni su Netflix ha anche un’altra sotto trama che rende il film a metà tra l’erotico e il thriller.

Intanto, i fan della saga possono gioire: il sequel si farà (i due attori protagonisti sono già stati confermati) e ci sono buone probabilità che si realizzi anche il terzo e ultimo adattamento. Ovviamente manca l’ufficialità di Netflix, ma visti gli ottimi risultati a livello di richiesta e visualizzazione, non bisognerà attendere molto. Del resto, 365 Giorni è basato sulla trilogia letteraria di Blanka Lipinska (ancora inedita in Italia) quindi negli intenzioni dei produttori ci sono sicuramente tre film da realizzare.

View this post on Instagram

Behind me. Thanks @dolcegabbana_man . @raffaelecerracchio

A post shared by Michele Morrone (@iammichelemorroneofficial) on

Il secondo libro si chiama Ten Dzien (che tradotto in italiano significa Questo giorno). La storia racconta cos’è accaduto a Laura che rischiava di essere vittima di un attentato da parte di una gang rivale di Massimo. Per la gioia dei fan, Laura è sopravvissuta e la sua vita sta per cambiare radicalmente: la giovane scopre infatti di essere in dolce attesa. Tuttavia, i problemi non sono finiti per la coppia. Laura infatti viene di nuovo rapita, stavolta dal figlio di un altro boss mafioso di nome Marcelo “Nacho” Matos. E, incredibilmente, Laura si innamora di lui.

Nel terzo libro, dal titolo Kolejne 365 DNI (ovvero Altri 365 Giorni), Massimo si trova in un’altra difficile situazione: deve decidere se salvare Laura o il loro bambino. Indovinate come andrà a finire?

Nel corso di un’intervista con Variety, il cinematografo Bartek Cierlica ha svelato in che modo sono state realizzate le scene “estreme” in cui Massimo e Laura consumano il loro rapporto, e come sono state rese così realistiche“Volevamo che la telecamera fosse quanto più possibile invisibile; lasciare che recitassero. Per questo c’è voluto davvero molto per girare. Volevamo che il pubblico sentisse i loro respiri, il sudore e la passione. Essere naturali, autentici, ma senza superare il confine della pornografia.”

Siamo proprio sicuri che il limite non sia stato superato?

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.