Tutte le stagioni di Boris su Netflix dal 1° maggio, la serie cult con Francesco Pannofino tra parodia e satira

Una delle serie cult italiane più amate è tornata: dal 1° maggio è disponibile Boris su Netflix con tutte le tre stagioni prodotte

1
CONDIVISIONI

Una delle serie italiane cult più amate è tornata: da oggi, 1° maggio, è disponibile Boris su Netflix con tutte le sue stagioni. Nonostante siano passati diversi anni dalla conclusione, ancora oggi vanta di un seguito di appassionati che ricordano a memoria tutte le battute diventate celebri della serie tv.

Partita in sordina nel 2007 su Fox, nonostante la platea ridotta (non tutti disponevano di un pacchetto a pagamento offerto da Sky), Boris diventò fin da subito un prodotto di culto. Grazie al passaparola online e alla pirateria informatica, la serie contribuì alla nascita di un enorme fanbase, attivo ancora oggi. Finora sono state prodotte tre stagioni, dal 2007 al 2010, ciascuna composta da 14 episodi. Nel 2011 c’è stata anche una trasposizione cinematografica, Boris – il film.

La trama segue il dietro le quinte di una fittizia fiction televisiva, Gli Occhi del Cuore 2. Protagonista è lo stagista Alessandro che lavora all’interno della produzione. Intorno a lui si snodano personaggi alquanto bizzarri che in realtà sono una parodia del patinato mondo dello spettacolo. A capo c’è il vulcanico regista René Ferretti, noto per il suo metodo di dirigere, come spesso asserisce, “a ca**o di cane”. Stanis LaRochelle è il vanitoso attore di primo livello che si atteggia a divo di Hollywood; poi c’è Corinna Negri, bella ma prima di qualunque talento recitativo – ha infatti ottenuto la parte di co-protagonista grazie al suo amante, nonché capo della rete televisiva, il Dottor Cane. Arianna è forse l’unica che cerca di aiutare Alessandro ad ambientarsi: è l’assistente alla regia che aiuta gli altri a risolvere i problemi di produzione.

Il personaggio che dà il titolo al telefilm è un pesce rosso di nome Boris, di proprietà di René Ferretti, ormai ospite fisso sul luogo delle riprese de Gli Occhi Del Cuore 2. Il regista, infatti, lo porta con sé come portafortuna e non ha un ruolo attivo all’interno della serie (compare solo nella sigla).

La notizia dell’arrivo di Boris su Netflix è giunta un po’ a sorpresa dalla stessa piattaforma, che l’ha annunciata in modo insolito – o meglio, come farebbe René Ferretti, il personaggio di Francesco Pannofino:

Nel cast di Boris su Netflix, Francesco Pannofino nel ruolo del regista René Ferretti; Alessandro Tiberi è lo stagista Alessandro; Caterina Guzzanti è l’assistente alla regia Arianna Dell’Arti; Carolina Crescentini interpreta l’attrice Corinna Negri; Pietro Sermonti è l’attore Stanis La Rochelle; Eugenia Costantini è la nuova star, Cristina Avola Burkstaller (a partire dalla seconda stagione); Karin Proia è Karin, un’altra attrice; Angelica Leo è Fabiana Hassler; Antonio Catania interpreta Diego Lopez; Ninni Bruschetta è il direttore della fotografia Duccio Patanè; Paolo Calabresi interpreta il capo elettricista Augusto Biascica; Alberto Di Stasio è il delegato di produzione Sergio Vannucci; Luca Amorosino è Alfredo; Ilaria Stivali è la truccatrice Gloria; Carlo De Ruggieri è il delegato di rete, Lorenzo; Roberta Fiorentini è Itala; Valerio Aprea interpreta lo Sceneggiatore 1; Massimo De Lorenzo è lo Sceneggiatore 2; e Andrea Sartoretti nei panni dello Sceneggiatore 3.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.