Chiarimenti sulla riscossione delle vincite Lotto e Superenalotto e sui rimborsi degli abbonamenti

Le informazioni attese da tanti giocatori in Italia dopo le sospensioni dello scorso sabato

11
CONDIVISIONI

Da svariati giorni sono in tanti a chiedersi come avvenga la riscossione delle vincite del Lotto e Superenalotto, almeno da questo weekend ovvero dal momento in cui i rispettivi giochi sono stati fermati per decisione dei Monopoli di Stato. Allo stesso tempo vanno forniti pure dei chiarimenti sula validità degli abbonamenti di tanti utenti che, al momento non possono effettuare giocate nonostante il loro credito a disposizione.

Parola d’ordine: congelamento. In effetti, la riscossione delle vincite di Lotto e Superenalotto non potrà essere effettuata fino a chiusura dell’emergenza del coronavirus ma, nel frattempo, il credito maturato dai giocatori non andrà perso. I Monopoli di Stato fanno sapere che, in effetti, sono decaduti tutti i termini temporali per il ritiro di quanto conquistato. Normalmente per il Lotto non è possibile più beneficiare della somma maturata dopo 60 giorni. Al contrario, per il Superenalotto, si può effettuare il ritiro entro i 90 giorni. Entrambe queste indicazioni non valgono più e probabilmente l’incasso sarà possibile per molto più tempo.

A seguito della chiusura dei punti vendita e delle società concessionarie del gioco del Lotto e Superenalotto, il giocatore non subirà alcun danno. Il diritto di incasso non è sospesp, in alcun modo. Deve essere anche ricordato come per i gratta e vinci ad esempio (da sempre) non ci sono termini stringenti per la riscossione delle vincite. Queste possono essere effettuate dopo svariati mesi o addirittura al termine del rispettivo concorso.

Cosa succede agli abbonamenti per le giocate sottoscritte da tanti utenti, magari online? Con il fermo di Lotto e Superenalotto ma anche di altri concorsi, in tanti temono di perdere anche il pacchetto credito acquistato in tempi non sospetti. Anche per quest’ultimo aspetto giungono le rassicurazioni dei Monopoli di Stato. Non ci saranno rimborsi ma le somme associate alle utenze resteranno tali senza essere intaccate, per poter poi continuare ad essere utilizzate al temine dell’emergenza.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Commenti (1):
Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.