Call of Duty Warzone ha i primi furbetti: ecco come resistono alla nube tossica

Il nuovo Battle Royale targato Activision, immancabilmente, ha stuzzicato l'intraprendenza dei videogiocatori, che hanno già trovato sotterfugi

4
CONDIVISIONI

Atmosfera particolarmente bollente quella che si respira sui campi di battaglia di Call of Duty Warzone. Il nuovo Battle Royale, a cura degli sviluppatori già responsabili di Call of Duty Modern Warfare, sta facendo sfaceli. E la conferma arriva dai numeri, che vi abbiamo riportato nella giornata di ieri, e che sono alquanto chiari. Oltre sei milioni gli utenti che, a ventiquattr’ore dall’esordio, si sono paracadutati nel mondo di gioco.

Cifre importanti, e che spingono a nutrire un sano ottimismo in vista del futuro del gioco. Ovviamente sempre e solo se il team di sviluppo saprà stuzzicare adeguatamente la community con contenuti sempre freschi. Il mezzo passo falso (diciamo anche tre quarti, ndr) di Apex Legends è ancora vivo nella memoria.

Tra gli utenti che aspettano il futuro gustandosi comodamente il presente, non manca però chi prova ad avvantaggiarsi in Call of Duty Warzone. E per farlo sfrutta quelle falle di sistema che consentono di assumere atteggiamenti non proprio consentiti dal gameplay.

Offerta
Call of Duty: Modern Warfare - Amazon Edition - PlayStation 4
  • Call of Duty: Modern Warfare offre ai fan una storia avvincente,...
  • Nella drammatica e viscerale campagna per giocatore singolo, la posta...

Call of Duty Warzone e la nube tossica, c’è chi non ne ha paura

Le ultime notizie riportate dai videogiocatori segnalano infatti di alcuni furbacchioni intenti a prendersi gioco della nube di gas. Ricordiamo infatti che il Battle Royale, al posto del canonico anello di fuoco che si stringe con il proseguire della partita, ha optato per una più coerente nube di gas. A scappare non si scappa uguale, a meno che non siate tra quegli smanettoni che hanno trovato il modo di sopravvivere all’asfissia.

Non siamo questa volta di fronte a un glitch o a un bug, ma esclusivamente di fronte alla furbizia. Si è infatti scoperto che, in barba ai conflitti a fuoco per la sopravvivenza, c’è un modo molto semplice per vincere. Senza inutili fughe dalla nube tossica, basta alternarsi con un proprio compagno in fase di rianimazione. E il gioco è fatto. I tempi necessari ad andare giù sono infatti superiori rispetto a quelli necessari per riportare in vita il proprio commilitone.

Una situazione a cui il team di sviluppo porrà in breve tempo rimedio, con gli addetti ai lavori che hanno già confermato di essere al lavoro su questo aspetto. La patch non dovrebbe dunque distare molto, temporalmente parlando.

In chiusura, vi segnaliamo i nostri articoli dedicati ai consigli base e a come guadagnare soldi all’interno di Call of Duty Warzone.

Fonte

Segui gli aggiornamenti della sezione Games sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.