La lettera di James Hetfield ai fan dei Metallica per la cancellazione di alcuni concerti

Il frontman dei Metallica scrive ai fan e annuncia la cancellazione di alcuni concerti

5
CONDIVISIONI

La lettera di James Hetfield ai fan dei Metallica spiega la cancellazione di alcuni dei prossimi concerti del tour del gruppo. Il frontman appare sui social per una comunicazione alla Metallica Family: scrive ai fan per scusarsi ma si rende necessaria la modifica del tour.

Le tappe interessate dall’annullamento sono quelle in programma al Sonic Temple a Columbus e al Louder Than Life a Louisville. Nella lettera di James Hetfield ai fan dei Metallica si legge chiaramente che l’artista incolpa se stesso per questo cambiamento nei progetti.

Il motivo della cancellazione è infatti legato alla sua personale salute mentale, che ha trascurato a lungo. Ora l’artista ha bisogno di una pausa per tutelare se stesso.

“Non ho dato la priorità alla mia salute negli anni scorsi, mengtro eravamo in tour, e adesso so che la mia salute mentale viene prima di ogni altra cosa, spiega, scusandosi per l’inconveniente. Si scusa con tutti coloro già in possesso dei biglietti ma racconta l’esigenza di tutelare se stesso onde evitare spiacevoli intoppi futuri. Ha bisogno di seguire piani di riabilitazione importanti che capitano proprio nei giorni dei due live.

I biglietti già acquistati verranno rimborsati oppure sarà consentito ai fan di utilizzarli per altri concerti dei Metallica. Tutti i dettagli sui biglietti verranno forniti a breve dai promoter degli eventi cancellati che stanno collaborando con lo staff dei Metallica proprio in queste ore per garantire ai fan rimborsi e cambi.

James Hetfield scrive anche, per tranquillizzare tutti, che la sua terapia sta dando risultati. Sta andando molto bene. Nei weekend che avrebbero dovuto prevedere i due concerti in questione, però, ha dei programmi di riabilitazione ai quali non può rinunciare.

Tutti gli altri concerti dei Metallica in programma per il 2020 restano confermati.

La lettera di James Hetfield ai fan dei Metallica si chiude con la richiesta di supporto e comprensione: con l’aiuto e l’affetto dei fan sarà più facile per lui tornare in piena forma fisica e mentale.

Visualizza questo post su Instagram

Dear Metallica Family, ・・・ It pains me to write this, but I have to let all of you know that I cannot make it to @SonicTempleFestival in Columbus and @LouderThanLifeFest in Louisville this year. As part of my continuing effort to get and stay healthy, I have critical recovery events on those weekends that cannot be moved. I apologize to all of our fans who have bought tickets for these festivals. We are working with the festival promoters to provide for refunds or exchanges. My intent with this statement is saying “I apologize” to each one of you. The reality is that I have not prioritized my health in the past year of touring and I now know that my mental health comes first. That might sound like a no-brainer for most of you but I didn’t want to let the Metallica team/family down and, I alone, completely compromised myself. ・・・ Looking on the brighter side, my therapy is going well. It was absolutely necessary for me to look after my mental, physical, and spiritual health. ・・・ I want to stress that the band will play all other announced 2020 shows. ・・・ I am looking forward to getting back to playing and seeing all our great South American fans in April. And, of course, playing the Epicenter in Charlotte, Welcome to Rockville, in Daytona and Aftershock in Sacramento. We will still play two unique sets at each of these festivals. ・・・ Beyond 2020, I am optimistic about the blessings I have been given and what the future brings. I appreciate all the great prayers and support from everyone since I went into rehab last September. Like the moth into the flame, being human in this career has its huge challenges and can be difficult. Your understanding helps the healing. ・・・ – James

Un post condiviso da Metallica (@metallica) in data:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.