Inevitabili problemi di memoria anche per Huawei P10 Lite: dritte basilari

Da analizzare bene la situazione che si è venuta a creare attorno allo smartphone commercializzato due anni fa

26
CONDIVISIONI

Sembra quasi un appuntamento inevitabile con il trascorrere dei mesi, soprattutto per i modelli “lite”, considerando il fatto che oggi 18 giugno mi tocca analizzare più da vicino le non isolate lamentele da parte di coloro che stanno riscontrando problemi con la memoria interna dello stesso Huawei P10 Lite. Nell’ultimo mese, a due anni di distanza dal suo esordio sul mercato, percepisco un certo risentimento da parte del pubblico che si ritrova con un device nettamente limitato sotto questo punto di vista. Con conseguenze anche sul fronte delle prestazioni generali.

Fondamentalmente, i consigli che posso condividere in questo frangente coi possessori di un Huawei P10 Lite sono in linea con quelli storici che abbiamo trattato a suo tempo con il suo predecessore, in virtù del fatto che il tanto chiacchierato Huawei P9 Lite ha dovuto e sta facendo i conti con anomalie simili. Oggi come allora, vi suggerisco di seguire il percorso impostazioni / app / Facebook / Memoria / Elimina dati. Tutto ciò almeno una volta al mese, in relazione ad app di messaggistica che utilizzate con maggiore frequenza.

Insomma, non solo Facebook, ma anche WhatsApp. Sono queste, infatti, le app che tendono ad appesantire in modo più significativo la memoria del vostro Huawei P10 Lite. Alla base di tutto, comunque, potete impostare la memoria esterna come quella predefinita. Nemmeno questa scelta risolverà il problema in modo definitivo, ma avrà quantomeno il merito di darvi un contributo apprezzabile sotto questo punto di vista.

Per farlo, in questo caso dovrete seguire il percorso impostazioni – memoria – posizione predefinita, selezionando appunto la vostra SD. Insomma, prima di procedere con hard reset ed altre operazioni simili, cercate di seguire queste istruzioni per migliorare temporaneamente la situazione del vostro Huawei P10 Lite. Difficilmente, infatti, aggiornamenti futuri vi daranno una mano sotto questo punto di vista.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.