I grandi assenti all’E3 2019, chi mancherà a Los Angeles?

Tante le presenze confermate, ma non dimentichiamo però chi diserterà la fiera per eccellenza dedicata ai videogiochi

2
CONDIVISIONI

Cresce la fibrillazione in vista dell’E3 2019: la fiera losangeliana, come di consueto, sarà il momento ideale per avere una panoramica generale dello stato di salute dell’industria videoludica, e chiaramente tutti gli occhi degli appassionati non possono non essere puntati in direzione della costa orientale degli Stati Uniti. Tante le presenze confermate tra i padiglioni del Los Angeles Convention Center, che non mancheranno di fare la gioia dei rispettivi fan che bramano succulente novità da addentare nell’attesa delle nuove release.

C’è però chi all’E3 2019 non si farà vedere, per forza di cose o per volontà manifesta già da un po’ di tempo. Quest’ultimo è il caso di Sony, che già in tempi non sospetti ha confermato che avrebbe saltato l’evento di quest’anno. La mancata presenza del colosso nipponico avrà ovviamente risvolti importanti anche sul software presentato nel corso della fiera – con i vari The Last of Us Part 2 e Dreams che quindi dovranno attendere un momenti differente per essere dati in pasto al pubblico – e con l’annuncio atteso di PS5 che di certo otterrà un so personalissimo evento dedicato.

Altro grande assente dell’E3 2019, confermato negli ultimi giorni, è Skull & Bones: il titolo piratesco di Ubisoft si è riservato maggior tempo per poter rifinire al meglio tutte le varie sfaccettature prima di mostrarsi in via ufficiale: questo chiaramente apre la strada al publisher transalpino per nuovi e intriganti reveal, con le conferme delle ultime ore che riportato della volontà di presentare ben quattro nuovi tripla A.

Parrebbe si debbano rassegnare anche tutti coloro che sperano di avere notizie di The Elder Scrolls 6 e Starfield: con Fallout 76 e RAGE 2 usciti nel corso degli ultimi 8 mesi (l’ultimo è fresco di pubblicazione), c’è da scommettere che Bethesda non mancherà di calcare la mano sui nuovi contenuti previsti per i suoi titoli piuttosto che mettere nuova carne al fuoco tanto precocemente.

Gli appassionati Nintendo che sperano nel reveal del nuovo modello di Nintendo Switch poi possono abbassare le antenne: difficile che il colosso nipponico cambi il proprio modus operandi in occasione dell’E3 2019, con lo show che sarà presumibilmente orientato a prender vita come sempre nel più classico stile dei Nintendo Direct.

Restano ormai solo una manciata di settimane d’attesa prima di scoprire cosa accadrà sui palchi di Los Angeles: restate sintonizzati su queste pagine per tutti gli ultimi aggiornamenti.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.