Le mamme del Vomero contro Gomorra 4: “Un’onta per la scuola apparire nella serie”

Le mamme del Vomero contro Gomorra 4 ancora incapaci di distinguere tra realtà e fiction

3
CONDIVISIONI

E dopo i medici, anche le mamme del Vomero prendono posto contro Gomorra 4. In realtà si tratta di alcune mamme dei bambini che frequentano il prestigioso Istituto Sacro Cuore del centro di Napoli, quella in cui nei primi episodi Gennaro Savastano porta proprio suo figlio Pietro nella loro prima fase di pulizia di un’immagine già segnata.

La scuola è stata al centro dei primi due episodi di Gomorra 4 con Azzurra pronta ad accompagnare suo figlio e poi con lo stesso Genny deciso a irrompere con i pagliacci al seguito per regalare al figlio Pietro una festa di compleanno con i suoi compagni dopo il no all’invito consegnato dalla moglie. Non è la prima volta che gli spettatori non riescono a distinguere tra realtà e fiction e anche questa volta sembra che succederà lo stesso visto che le madre del Vomero sono agguerritissime e parlano addirittura di “un’onta per la loro scuola la presenza nella serie”.

Nei giorni scorsi ad alzare un polverone ci ha pensato l’ordine dei medici che ha attaccato il modo in cui è stato trattato il tema dei trapianti, e adesso è successo lo stesso con alcune mamme dell’istituto Sacro Cuore, in corso Europa, al Vomero, uno dei più famosi della città e non solo per via del suo prestigio ma anche per le politiche sociali adottate. Molte mamme però non mandano giù che la scuola si apparsa nella serie e lo stesso consigliere delegato Roberto Zecca, della Fondazione Romano Guardini, ha risposto alle polemiche attraverso le pagine del Corriere del Mezzogiorno:

“Bisogna saper scindere la fiction dalla realtà. La produzione di Gomorra prima di scegliere la nostra scuola ha visionato altri istituti. Poi ha preferito il Sacro Cuore per la qualità che propone da tanti anni un ambiente educativo nel quale si cresce per imparare a vivere. Tra l’altro, nello staff della produzione siamo stati felici di aver ritrovato una nostra ex allieva, è anche grazie a lei se Gomorra ha scelto come location il Sacro Cuore. Per l’ospitalità oltretutto abbiamo percepito un contributo minimo”.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.