Rita Dalla Chiesa sostiene Loredana Bertè dopo il 4° posto a Sanremo: “Brutte le risate dei conduttori”

Rita Dalla Chiesa sostiene Loredana Bertè dopo il 4° posto al Sanremo contestato anche dal pubblico dell'Ariston.

7
CONDIVISIONI

Rita Dalla Chiesa sostiene Loredana Bertè dopo il 4° posto a Sanremo. Le parole di solidarietà arrivano direttamente dal Twitter ufficiale della conduttrice, che ha voluto esprimere la sua vicinanza all’artista di Bagnara Calabra che non è riuscita a raggiungere il podio con Cosa ti aspetti da me.

In particolare, Rita Dalla Chiesa ha lamentato l’atteggiamento poco corretto dei conduttori che avrebbero reagito con risate ai fischi del pubblico, che avrebbero desiderato un posizionamento migliore per Loredana Bertè che ha comunque disputato una bellissima gara circondata dall’affetto del pubblico. Claudio Bisio si è addirittura inventato un premio per acclamazione.

Brutte le risate di chi era sul palco mentre il pubblico protestava per il 4° posto di Loredana Bertè, queste le parole di Rita Dalla Chiesa per l’artista che non ha tardato a rispondere con lo stesso mezzo, ringraziandola per le parole di solidarietà spese per sostenerla.

“Cara Rita Dalla Chiesa non sai quanto mi fa piacere questo tuo sentito coinvolgimento – ha scritto – Ancora è indelebile in me il ricordo di quella bellissima giornata a casa mia con te e Fabrizio per quell’intervista meravigliosa che mi hai fatto. Siete sempre nel mio cuore”.

L’apprezzamento del brano di Loredana Bertè è stato notevole fin dalla sua prima esibizione, con applausi scroscianti da parte del pubblico in sala e col riscontro del pubblico da casa che ha iniziato a esprimersi sui social.

Ogni esibizione è stata accompagnata da una standing ovation, fino alla finale nella quale in molti pensavano che avrebbe almeno conquistato il podio. Cosa ti aspetti da me si è invece fermata a un passo dalla vetta, che invece è stata occupata da Mahmood, Ultimo e Il Volo.

Loredana Bertè ha anche rifiutato l’ospitata a Domenica In, che in molti hanno interpretato come un segnale di protesta soprattutto dopo le parole di Mara Venier che l’ha invitata negli studi di Roma e si è detta rammaricata per la sua assenza, riassumendo il suo stato d’animo con un “ti capisco ma io ti aspettavo”.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.