Needle – Alberto Fortis, vinile e live di “I love you”. Guarda il video!

Perché il vinile è tornato per restare, parola di Red Ronnie!

78
CONDIVISIONI

Alberto Fortis è venuto al Barone Rosso per portarmi il suo nuovo album in vinile “I love you”. Insieme abbiamo fatto l’unboxing del disco. Lui ha debuttato nel 1979, esattamente 40 anni fa, con un album dove suonava tutta la PFM. Da allora ha fatto varie esperienze artistiche e musicali, anche all’estero, visto che ha vissuto anche negli Stati Uniti.

Nel futurista giradischi col piatto in sospensione magnetica, abbiamo fatto suonare “Caro Giuseppe”, una canzone in cui lui immagina Giuseppe e Maria ai tempi moderni che su Google Maps debbono trovare l’albergo La Grotta, con WiFi che non va a Betlemme. Poi ascoltiamo “Venezia”, singolo di cui ha realizzato anche un video clip. Il needle (la puntina) scende quindi su “I love you” che dà il titolo all’album. Suoniamo quindi “Una storia del lago”, un brano scritto da un artista di Capo Verde che racconta di uno stupro su una minorenne.

Sull’altro lato del vinile ci sono storici successi di Alberto rivisitati: “Milano e Vincenzo”, “Fragole infinite”, “La sedia di lillà”, “L’amicizia”.

Quindi Alberto ha suonato dal vivo “I love you”, una canzone che ha lo scopo di raccogliere fondi e sensibilizzare sulla fibrosi cistica. Quattro bambini la settimana nascono con questa malattia genetica quasi sconosciuta, che crea una modificazione dei tessuti, soprattutto nei polmoni. Inoltre una persona su 25 in Italia è portatrice sana.

 

Dal comunicato stampa per l’uscita del disco:

E’ in distribuzione nei negozi e nelle librerie I LOVE YOU, il nuovo esclusivo album in vinile di Alberto Fortis. L’album prende il titolo dal brano che Alberto Fortis ha dedicato alla Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica-FFC Onlus di cui è testimonial. come concreto sostegno alla ricerca

Tra gli inediti spicca il brano I Love You che Alberto Fortis ha voluto dedicare alla Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica-FFC ONLUS di cui è testimonial. Come supporto alla Fondazione, il cantautore ha autografato in esclusiva 50 copie dell’album che sono disponibili sul sito dell’Associazione in cambio di una donazione. Un’occasione per aggiungere un prezioso album alla propria collezione di vinili sapendo di fare del bene agli altri.

“E’ un onore poter contribuire con la mia piccola parte a questo nobile capitolo umanitario – ha dichiarato Alberto Fortis – La mia “intuizione diagnostica”, che ho allenato negli anni di medicina e in seguito come operatore dell’arte, mi ha avvicinato a questa realtà che opera a livello nazionale e internazionale per lo sviluppo della ricerca orientata alla cura della fibrosi cistica.”

Il secondo brano di rilievo dell’album è Una Storia Del Lago, canzone del cantautore capoverdiano Osvaldo Furtado (Vadù) elaborata dallo stesso Fortis su testi tradotti da Alberto Zeppieri. Anche questo un progetto artistico, musicale e sociale, legato al progetto ONU Capo Verde, terra d’amore. La canzone narra della vicenda tragica di una bambina che, nell’esporsi alla vita, incontra il male assoluto degli istinti umani.

Oltre all’inedito, il progetto discografico “I Love You” contiene alcuni grandi successi dell’artista piemontese interpretati “piano e voce” e alcune novità del 2018, un anno speciale per Alberto Fortis, autore e interprete, tra gli altri, di successi indimenticabili come “Milano e Vincenzo”, “La sedia di Lillà”, “Settembre” e tanti altri. Cade proprio quest’anno, infatti, il quarantesimo anniversario dell’uscita del primo album “Alberto Fortis”, lavoro rimasto nella storia della discografia nazionale.

I Love You segna un’altra tappa del percorso artistico di Alberto Fortis, che in questo 2018 festeggia i 40 anni di carriera, è un album importante perché sintetizza il passato ed il presente del cantautore e raccoglie bene la sintesi della sua musica e dei suoi testi, dimostrando, se mai ce ne fosse bisogno, la sua instancabile ricerca artistica che lo porta verso nuove sperimentazioni e nuove collaborazioni.

Lascia un commento: