La vita di Amy Winehouse, morta 6 anni fa, nel film premio Oscar in 1ª tv su Rai4 domenica 23 luglio

La tormentata e breve vita di Amy Winehouse, morta 6 anni fa a Londra, viene raccontata dal film premio Oscar in onda in prima tv su Rai4 nell'anniversario della scomparsa

512
CONDIVISIONI

Domenica 23 luglio alle 21:05, in occasione del sesto anniversario dalla scomparsa di Amy Winehouse, Rai4 trasmette in prima tv assoluta per l’Italia Amy, il documentario dedicato alla tormentata antidiva di Camden, quartiere londinese in cui oggi campeggia una statua a grandezza naturale per ricordarla.

Il pluripremiato film-documentario dal titolo Amy – The Girl Behind the Name è un viaggio nella musica, nelle emozioni, nelle fragilità di una interprete dalla voce peculiare e dallo stile d’altri tempi, capace di entrare nella storia della musica con una carriera breve ed intensa, costellata di successi ma anche momenti estremamente bui.

Una vita durata troppo poco, quella di Amy Winehouse, stroncata da un malessere esistenziale che non le ha dato scampo portandola alla morte all’età di soli 27 anni: con lei un altro nome è andato ad aggiungersi al tristemente noto “club 27”, etichetta coniata negli anni Settanta per indicare le tragiche morti di mostri sacri della musica mondiale avvenute tutte proprio a quell’età, come quelle di Jim Morrison, Brian Jones, Kurt Cobain, Jimi Hendrix Janis Joplin e molti altri.

La straordinaria voce di Amy Winehouse rivive in tv nel documentario premio Oscar dedicato alla straordinaria cantante, scomparsa proprio il 23 luglio di sei anni fa. Diretto dal regista di origini indiane Asif Kapadia, già autore del documentario Senna (2010) sul pilota brasiliano di Formula Uno Ayrton Senna, Amy ricostruisce con immagini, testimonianze e racconti la tormentata vicenda di Amy Winehouse, dalle origini all’improvvisa esplosione della sua popolarità, passando per gli anni del grande successo internazionale con gli album Frank e Black to Black fino all’inaspettata morte causata dall’abuso di alcool. Materiali d’archivio, fuori scena e interviste inedite vanno a costruire un ritratto della cantautrice inglese arricchito anche da alcuni brani inediti.

Oltre a Rai4, anche VH1, canale 67 del digitale terrestre, dedica la prima serata del 23 luglio allo sfortunato talento di Amy Winehouse, trasmettendo in replica il suo concerto alla Porchester Hall di londra, registrato per BBC One Session nel 2007 dopo la vittoria ai Brit Awards come Miglior artista femminile britannica.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.