Arriva con Resurrection Remix su Honor 8, Huawei P9 e P8 Lite: come provare l’aggiornamento Nougat 7.1.2

Spunti interessanti da una ROM alternativa che sta riscuotendo un grosso successo. Alcune utili informazioni per tutti

21
CONDIVISIONI

Interessanti novità quelle trapelate in queste ore per quanto riguarda il mondo delle ROM Android, soprattutto nel caso in cui doveste essere possessori di smartphone come Honor 8, Huawei P9 Lite e Huawei P8 Lite. Tutto nasce dall’estensione della Resurrection Remix estesa a tre device decisamente popolari in questo periodo nel nostro Paese, in attesa di avere riscontri anche per quanto riguarda i rispettivi firmware ufficiali.

Resta il fatto che con questa ROM alternativa avrete la possibilità di testare da subito l’aggiornamento Android Nougat 7.1.2 a bordo dei tre prodotti (miracoloso il caso del P8 Lite, lanciato sul mercato due anni fa e non compatibile con alcuna versione di Nougat “ufficialmente). Ecco perché oggi 15 maggio diventa importante rimandarvi ai rispettivi topic relativi alla Resurrection Remix per Huawei P8 LiteHonor 8 e Huawei P9

Quali sono invece le informazioni necessarie per procedere al download senza troppi problemi? Partendo dal presupposto che stiamo parlando della Resurrection Remix 5.8.3, è necessario dapprima effettuare un backup a bordo del proprio smartphone, per poi portare a termine il download della ROM in formato .zip, oltre a Google Apps in formato .zip, anche se quest’ultima è una procedura opzionale. A quel punto dovrete riavviare il vostro device in modalità recovery, per poi effettuare il wipe di dalvik, cache, data e system.

Ricordate di flashare prima la ROM, quindi le Google Apps, oltre a riavviare il device. Se seguirete queste informazioni correttamente, non dovreste incontrare problemi nell’installazione dell’aggiornamento Android Nougat 7.1.2 a bordo dei vostri Huawei P8 Lite, Honor 8 e Huawei P9 con la Resurrection Remic 5.8.3. Qualcuno ha già avuto modo di testarla? Quali sono state le vostre sensazioni? Come sempre, non esitate a commentare l’articolo di oggi con le vostre sensazioni per questa soluzione alternativa?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.