Francesco Gabbani accusato di plagio per Occidentali’s Karma da Selvaggia Lucarelli e non solo

Il Festival di Sanremo è finito da qualche giorno, ma non si spengono le polemiche. Nel mirino di Selvaggia Lucarelli c'è Francesco Gabbani, ecco perchè.

45
CONDIVISIONI

Francesco Gabbani accusato di plagio a 360°, se il Festival di Sanremo si è ormai concluso da qualche giorno, non si placano le polemiche che vi ruotano attorno. Dopo Fiorella Mannoia, accusata di aver copiato la sua Che sia Benedetta da Michele Bravi, in molti si sono scagliati sul vincitore e la sua Occidentali’s Karma.

Fin dalla prima esibizione, molti hanno associato il pezzo a Franco Battiato, e in particolare al brano Magic Shop, che tocca lo stesso tema panalizzato nel testo del cantautore carrarese.

Ma il vero nocciolo della questione sta, per Selvaggia Lucarelli, nella tanto osannata scimmia e in particolare nella sua originalità.

La Lucarelli ha scritto un lungo post su Facebook in cui ripercorre velocemente la storia artistica di Gabbani, insinuando un dubbio.
Secondo la giornalista infatti, il cantautore toscano avrebbe lavorato nel 2015 in uno studio frequentato all’epoca anche da un altro artista, Lorenzo Palmeri. Il cantante e designer avrebbe collaborato con il fonico/batterista di Gabbani e il suo stesso produttore.

Lorenzo Palmeri ha girato un video per il suo singolo Cosa vedi tu? che ha tra gli altri interpreti anche una scimmia che balla, molto simile a quella di Gabbani. La copertina stessa del progetto vede ritratti Palmeri e la scimmia con l’autore stesso vestito da primate.

La Lucarelli accusa Gabbani di essersi appropriato di un’idea non sua e di non meritare l’appellativo di “genio” di cui molti lo stanno investendo in questi giorni.
Da qui ne nasce una ben più complicata questione su quella che la giornalista ha definito “della paternità delle idee“. La Lucarelli è convinta che Gabbani abbia visto il video e non si sia premurato di chiedere, o anche solo banalmente avvisare, il suo collega cantautore di avere apprezzato la sua trovata e di aver deciso di portarla sul palco dell’Ariston.

Personalmente ritengo che la trovata di avere una scimmia che balla sul palco sia qualcosa di originale per il Festival di Sanremo, ma non di così originale in senso universale. Molti hanno trovato delle somiglianze tra il concept della performance di Gabbani e le pubblicità del Crodino, sicuramente accentuate dal colore arancione del maglioncino indossato nella prima serata in cui si è esibito. Per non parlare dei parallelismi fatti su Twitter tra il ballerino di Gabbani e la recente trovata dell’Isola dei Famosi, la scimmietta chiamata Dottoressa Tibi. Rimanendo in ambito musicale poi, celeberrimo il video dei Bloodhound Gang che nel 1999 hanno spopolato con The Bad Touch, nel cui video erano appunto vestiti da scimmie.

Come sempre poi ci sono somiglianze con altri brani, su questo il web si è davvero scatenato facendo nomi tra loro completamente differenti come i Coldplay con A Sky Full Of Stars, fino a trovare somiglianze con La notte vola di Lorella Cuccarini.

Commenti (5):
Francesca

Ok il tema già usato, ok la scimmia già vista …comunque GabbanI ha tirato fuori una gran Canzone diventata tormentone dopo il primo ascolto! Evviva Gabbani! !!!

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.