Anche il Samsung Galaxy Note 3 con l’aggiornamento Android 7.1.1 (CyanogenMod 14.1)

Colpo a sorpresa per il Samsung Galaxy Note 3, che riceve il supporto alla CyanogenMod 14.1

1
CONDIVISIONI

Il Samsung Galaxy Note 3 deve essere assolutamente tirato fuori dal cassetto (sempre che l’abbiate mai riposto, cosa tutt’altro che scontata): il phablet di terza generazione ha appena ricevuto il supporto alla CyanogenMod 14.1 basata su Android 7.1.1 Nougat, l’ultima iterazione messa a disposizione da Big G.

Ufficialmente il Samsung Galaxy Note 3 è stato aggiornato fino ad Android 5.0 Lollipop, ci ha pensato lo sviluppatore trader418 a garantirne la continuità, anche se a livello indipendente (potrete scaricarla qui).

Possiamo tranquillamente considerarla una seconda giovinezza per il Samsung Galaxy Note 3? Per certi versi sì, specie se avete accumulato negli anni una certa dimestichezza con il mondo del modding (attenzione a come agite, potreste mandare in brick il telefono non seguendo alla perfezione tutti i passaggi richiesti).

Per essere una versione alpha, la release funziona discretamente bene, nella maggior parte della sua componentistica. I bug segnalati sono pochi, e non importanti, quindi potreste utilizzare il dispositivo con questa ROM anche quotidianamente, sempre che siate disposti a tollerare un qualche bug sporadico (che non dovrebbe comunque influire sull’esperienza utente, almeno stando ai feedback di chi l’ha provata).

Questo è il modo più pratico e sicuro per svecchiare il Samsung Galaxy Note 3, portandolo alla versione Android 7.1.1 Nougat, l’ultima rilasciata da Google nell’ambito dell’OS mobile del robottino verde. Volete saperne di più prima dell’installazione a colpo sicuro?

Ecco la video panoramica della CyanogenMod 14.1 sul Samsung Galaxy Note 3 (LTE SM-N9005). Riprenderemo sicuramente il discorso più avanti, non appena avremo a disposizione feedback più dettagliati che possano fare chiarezza su tutta la situazione. Nel frattempo voi cosa deciderete di fare? Proverete l’installazione sul phablet di terza generazione, o aspetterete ancora un po’?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.