Bizzarro aggiornamento dei Samsung Galaxy Note 3 no brand Italia, qualità utilità dal firmware XXSGBPL6?

Non si sa perché, ma i Samsung Galaxy Note 3 no brand Italia ricevono l'aggiornamento al firmware XXSGBPL6

Ci impegniamo e non riusciamo comunque e capire il perché il produttore abbia deciso di riprendere l’aggiornamento dei Samsung Galaxy Note 3 no brand Italia, dopo anni di assoluto silenzio. Proprio in questo periodo sembra stiano riallacciandosi i rapporti tra il phablet di terza generazione ed il supporto ufficiale, per motivi che stentiamo a comprendere.

Affermiamo quanto appena detto soprattutto in relazione al mistero della patch di sicurezza che accompagna il firmware di cui sopra (siglato N9005XXSGBPL6), addirittura risalente al lontano 1 novembre 2015, che corrisponde anche alla prima in assoluto partorita dal brand asiatico per i Samsung Galaxy.

Al netto degli eventuali errori di battitura (dubitiamo si tratti di uno strafalcione in quanto la stessa dicitura viene riportata anche nelle informazioni aggiuntive del più recente firmware destinato ai Samsung Galaxy Note 3 brand Vodafone), questo può solo voler significare che il dispositivo in questione manchi di tutte le misure di sicurezza concepite da Google e Samsung nell’arco di questo biennio, cosa che immaginiamo non farà di certo piacere agli utenti che ancora posseggono il Samsung Galaxy Note 3 (non saranno moltissimi, ma ignorarli in questo modo nemmeno ci sembra cosa poi troppo seria).

Non voletecene, ma, non cambiando la versione OS, che resta Android 5.0 Lollipop, né tanto meno la patch di sicurezza, ci chiediamo cosa abbia spinto il produttore a rilasciare questo nuovo aggiornamento N9005XXSGBPL6 sui Samsung Galaxy Note 3 no brand Italia, e soprattutto a cosa possa servire, e quali effetti tendrà ad avere (ammesso ce ne sia qualcuno) sull’esperienza quotidiana degli utilizzatori.

Domande dalla risposta difficile, cui potrebbe replicare solo l’azienda sudcoreana (non crediamo proprio si scomoderà nel farlo). Ci tenevamo a dare spazio al Samsung Galaxy Note 3, fosse anche per il pezzo di storia che ha scritto, e soprattutto per gli utenti che ancora ne posseggono uno.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.