Hugh Jackman sarà Paolo di Tarso – Stile Noah o Exodus?

San Paolo, l’ebreo convertitosi sulla via di Damasco, uno dei padri fondatori del cristianesimo: sarà questa la nuova interpretazione di Hugh Jackman. Attore australiano che è in un periodo molto prolifico di interpretazioni, darà corpo e voce ad un’importantissima figura biblica tutt'oggi molto studiata da teologi e non. Ci si aspetta dovizia di particolari e critiche più meno “serrate” sulla ricostruzione della figura storica che sarà fatta.

1
CONDIVISIONI

In questi ultimi giorni sicuramente Hugh Jackman ha fatto parlare molto di sé. Il motivo lo conoscono ormai tutti, più o meno: riguarda la sua dichiarazione (a dire il vero piuttosto velata e non del tutto esplicita) inerente la decisione di interpretare Wolverine per un’ultima volta, per poi abbandonare il personaggio. Motivazioni addotte alla stanchezza fisica dovuta all’intensa preparazione atletica che richiede l’ artigliato super eroe, alla voglia di distaccarsi per non restare ingabbiato dal cliché, ad altre varie ed eventuali. Ma la notizia più fresca sull’attore è un’altra: riguarda da qualche ora l’ufficialità di una sua prossima performance, che forse in pochi si aspettavano, un po’ sorprende e perciò sicuramente incuriosisce e fa piacere.

Jackman sarà in un futuro prossimo l’apostolo Paolo di Tarso, il famoso San Paolo “folgorato sulla via di Damasco”. Figura centrale nella fondazione del cristianesimo e da sempre all’attenzione di studiosi e teologi. Come sarà costruito questo film, che sarà della Warner, è l’interrogativo che ci si pone, soprattutto in riferimento a quanto è stato fatto (e in parte criticato) con due recenti lungometraggi in ambito religioso che non poco hanno fatto discutere: Noah o Exodus: Dei e re. Insomma, ovvio ribadire che soprattutto quando si toccano argomenti di ordine religioso, la polemica è davvero dietro l’angolo, come si dice in questi casi. Di questi tempi poi, diciamo che si è fortunati se ci si ferma alla sola polemica.

Hugh Jackman potrebbe figurare, stando alle prime notizie che cominciano a trapelare, anche come produttore della pellicola, in seconda linea dietro alla Pearl Street di Matt Damon e Ben Affleck. La sceneggiatura è stata invece affidata, per il momento, a Matt Cook (quel Matt Cook che si dice abbia fatto un gran bel lavoro con lo script di Triple Nine di John Hillcoat, in uscita negli USA il prossimo 11 settembre). Nulla invece, per il momento, riguardo le potenziali candidature alla regia. Ci sono quindi in prospettiva un po’ di lavori che vedranno sul grande schermo il prolifico attore australiano, l’ormai “quasi ex” Wolverine. Più o meno in ordine di uscita al momento ci dovrebbero essere il personaggio di Barbanera in Pan poi, più o meno l’anno prossimo, il biopic Eddie the Eagle e a seguire il musical The Greatest Showman on Earth.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.