Premio Smartup Optima, tutte le immagini del vernissage (FOTO)

Oltre trecento persone per l'evento conclusivo nella sede dell'azienda napoletana

7
CONDIVISIONI

La giornata conclusiva del premio Smartup Optima si è rivelata un vero e proprio successo. Quello che in partenza doveva essere un vernissage e il giorno della consegna del premio è stata invece l’ennesima occasione per Napoli di dimostrare la propria sensibilità nei confronti dell’arte contemporanea. Non la solita arte contemporanea di artisti conosciuti solo nei salotti buoni, ma l’espressione artistica di giovani interpreti del miglior fermento nazionale. Un fermento che ha scelto come strumento di diffusione e valutazione il web e le nuove tecnologie, aprendosi al giudizio collettivo senza rintanarsi nelle stanze popolate solo da esperti.

Il risultato è stato una giornata di incontro di oltre trecento persone che hanno affollato gli uffici di corso Umberto I a Napoli, di Optima Italia che si è resa promotrice dell’intera kermesse, sponsorizzandola dal primo all’ultimo passo. Come nello spirito dell’azienda, anche il concorso di arte contemporanea è stato immediatamente aperto a tutti e ha avuto come obiettivo ultimo quello di spalancare le proprie porte alla comunità napoletana e far luccicare il talento di decine di artisti provenienti da tutta Italia. Al vernissage erano presenti molti tra gli autori che hanno partecipato al concorso che si sono mischiati a centinaia di curiosi, giornalisti ed esperti del settore.

Musica di sottofondo e i corridoi, che portano agli uffici del quartier generale napoletano dell’azienda, si sono trasformati in una vera e propria galleria d’arte contemporanea. Il tutto grazie alla fortunata partnership con l’Arakne comunicazione che ha già dato vita ad altri progetti con la multiutility partenopea. Così per la prima volta nel panorama aziendale napoletano una realtà aziendale si è completamente prestata al talento di giovani artisti under 40 aprendo una breccia nella cultura cittadina, come già successo in precedenza quando si tratta del brand di corso Umberto.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.