Scheda tecnica, prezzo e uscita del nuovo Huawei Ascend P7

Non ci sono più dubbi, Huawei vuole competere con gli altri colossi del settore smartphone, soprattutto tra gli Android

1
CONDIVISIONI

Il giorno del tanto atteso Huawei Ascend P7 è arrivato. La casa produttrice, infatti, ha presentato ufficialmente alla stampa un prodotto di cui si parla tanto da alcuni giorni a questa parte, considerando che parliamo di un modello che finirà col competere con gli altri top di gamma appena disponibile sul mercato.

Andando ad analizzare con la lente d’ingrandimento le caratteristiche dello stesso Huawei Ascend P7, infatti, emerge che il modello può contare sulla dotazione di default di Android Kit Kat 4.4.2, ma soprattutto su un processore quad core Hislicon Kirin 910T da 1.8 GHz, leggermente inferiore rispetto a quelli che abbiamo avuto modo di osservare in queste settimane a bordo di altri device di fascia alta, come nel caso del Samsung Galaxy S5, ma ugualmente in grado di essere supportato da ben 2 GB di memoria RAM.

Per quanto concerne la memoria interna, la dotazione iniziale del device è pari a 16 MB, mentre lo spessore arriva a 6,5 millimetri. Interessante la questione della fotocamera, visto che quella frontale è pari a ben 8 megapixel, ideale per i tanto discussi selfie, mentre quella posteriore si trova appena un gradino al dì sotto di quella degli altri dispositivi di fascia alta, considerando che ci si assesta sui 13 megapixel.

Lo schermo, invece, è all’altezza degli altri modelli che abbiamo imparato a conoscere dal punto di vista delle dimensioni, considerando che il nuovo Huawei Ascend P7 è caratterizzato da un display da 5 pollici, con risoluzione Full HD 1080p.

Quanto al prezzo, lo smartphone esordirà sul mercato a circa 449 euro, ma non dovrebbero trascorrere molte settimane prima che il costo per gli utenti si possa abbassare sotto la soglia dei 400 euro, come del resto avviene sempre con i modelli Android. Sui tempi di uscita, ne sapremo di più nelle prossime ore.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.