Poche App su BlackBerry Z10? BB 10.2 supporterà Android 4.2.2

10
CONDIVISIONI
BlackBerryZ10

BlackBerryZ10

Il BlackBerry Z10, oltre a pagare il ritardo con cui si è affacciato nel segmento dei top di gamma rispetto, ad esempio,  ai concorrenti Samsung e Apple, subisce anche la scarsa disponibilità di applicazioni, dovuta, naturalmente, alla “giovane età” del firmware.

Ma, ben presto, questo problema potrebbe essere superato come dichiarato da un annuncio ufficiale di Research in Motion (RIM).

I BlackBerry Z10 aggiornati con la prossima release BB 10.2 avranno il supporto ad Android 4.2.2, un passo in avanti non da poco considerando la fame costante di applicazioni di cui gli utenti sono sempre affetti. In realtà, questa compatibilità non è affatto cosa nuova: già con Playbook OS 2.0, su Blackberry, era possibile usufruire delle applicazioni compatibili a Gingerbread 2.3.3. Ora il sistema operativo di Mountain View è andato ben oltre, arrivando sino all’ultimo Jelly Bean.

Qualsiasi applicazione presente in Google Play, in tempi ancora non dichiarati ma che potrebbero essere, a questo punto, ristretti, potrà trovare posto sul BlackBerry Z10 ma anche, naturalmente sul fratello gemello dotato di tastiera Querty, ossia il BlackBerry Q10.

RIM, in questo modo, tenta la carta delle applicazioni per rilanciare le vemndite del suo BlackBerry Z10. Non potendo contare su un numero concorrenziale di sviluppatori disponibili a programmare con il suo sistema operativo, troppo recente e dunque a rischio fallimento, prova  ad assorbire da Android, in quanto anche Open Source, nuova linfa vitale. Come competere, altrimenti, con l’onnipresente iOS  e il galoppante Windows Phone, quest’ultimo, soprattutto in nord Europa?

Pensate che la mossa di RIM sia giusta? Questa strategia potrebbe convincervi ad acquistare un BlackBerry Z10?

 

 

Commenti (1):
Andrewww

Sì, se si riuscisse, il mix di app di android con i punti di forza del BB (durata batteria, hardware e mail ovunque) farebbero la differenza

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.