La spiegazione sull’arrivo dei migranti con Barboncino a Lampedusa

Alcuni dettagli su una vicenda decisamente particolare, dopo le testimonianze emerse in queste ore

1
CONDIVISIONI
migranti con barboncino

Ha sollevato enormi discussioni anche di carattere politico il fatto che a Lampedusa nella giornata di ieri siano arrivati alcuni migranti con barboncino. Altri, invece, avevano zainetti sulle spalle e alcune donne addirittura il cappello di paglia. In questi anni ne abbiamo sentite di tutti i colori sul tema, al punto che nel 2018 abbiamo dovuto analizzare alcune dichiarazioni “particolari” di Roberto Saviano, ma ora occorre concentrarsi su altri aspetti dopo un fatto di cronaca del tutto singolare.

La storia dei migranti con barboncino arrivati a Lampedusa a fine luglio

Come si può giustificare la vicenda dei migranti con barboncino? In molti ne hanno approfittato per sottolineare che tante volte queste persone non abbiano una reale motivazione per lasciare il proprio Paese. Una questione delicata proprio dal punto di vista della discussione politica, in quanto da anni si dibatte sull’aspetto di queste persone (tornano in mente i soliti “palestrati“), sulle finte difficoltà che vivono nel Paese d’origine e su collane o dispositivi di alta tecnologia con cui vengono visti.

Secondo quanto riportato da Repubblica, la storia dei migranti con barboncino potrebbe avere una spiegazione più semplice di quanto si possa pensare. Si parla a tal proposito della loro volontà di camuffarsi per turisti, in modo da sfuggire ai controlli delle Forze dell’Ordine. La donna in possesso del barboncino ha poi spiegato che l’imbarcazione sia stata acquistata da tutti i membri con una sorta di colletta, anche se per forza di cose non è stata menzionata la strategia che vi ho appena riportato.

Seppur non legale, questa teoria darebbe un senso alla vicenda dei migranti con barboncino, smentendo la tesi sulle loro condizioni economiche agiate prima di mettersi in marcia verso l’Italia. Nelle prossime ore, magari, ne sapremo di più su questa curiosa vicenda.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Commenti (1):
daria

Ma e’ ovvio!….si vede lontano un miglio che sono poveri profughi di guerra/naufraghi affamati, denutriti, torturati, squartati e qualcuno decapitato.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.