Pepe Lopez e i Nomadi “Por un abrazo” tra Cuba e Italia

Per l’ultima diretta del Barone Rosso Solo Flight mi sono collegato con Pepe Lopez, la mia guida musicale di Cuba che ha voluto riunire i più importanti artisti cubani per fare una canzone dedicata all’Italia

308
CONDIVISIONI

Il mio amore per CUBA nasce a metà degli anni ’90 grazie ai Nomadi e prosegue con Jovanotti, poi Edoardo Bennato… ma raccontiamo di oggi.

Un paio di mesi fa il mio amico Pepe Lopez, la mia guida musicale di Cuba, mi aveva detto che c’era l’intenzione di riunire i più importanti artisti cubani per fare una canzone dedicata all’Italia, in contemporanea con l’arrivo di medici cubani per aiutarci nella pandemia. Poi… tempi cubani… la canzone e il video sono stati realizzati appena in tempo per l’ultima diretta del Barone Rosso Solo Flight del 22 giugno, anche se quasi tutti i medici cubani sono nel frattempo rientrati in patria. Comunque, nel brano “Por un abrazo (Per un abbraccio)” e nel video sono stati coinvolti anche i Nomadi, che per primi mi fecero scoprire Cuba.

Pepe Lopez per il collegamento nella diretta dal prestigioso studio di registrazione Egrem, ha riunito alcuni degli artisti che hanno partecipato al progetto: Waldo Mendoza, Isaac Delgado, Haila Marìa Mompié, Jorge Robaina (noto come Jorjito del gruppo Karamba), Louis Franco, Karla Paz Jaregui della compagnia Compania Habana Flamenca, il regista del video Alexis Oliva. Per prima ha parlato Gleter de la Agencia Egrem MusiCuba.

Naturalmente, avendo a che fare con musicisti cubani, non poteva mancare una canzone. Pepe ha fatto spuntare una chitarra e tutti hanno cantato “Chan Chan”, inno del Buena Vista Social Club.

Mi sono poi collegato con Beppe Carletti che, oltre a raccontare di Cuba, ha anche detto che i Nomadi riprenderanno i loro concerti live l’11 luglio a Carmignano del Brenta (PD). Ha comunicato che i Nomadi, i componenti del gruppo, si sono autoridotti il compenso per lasciare inalterato quello dei tecnici.

Io ho sottolineato come la musica sia importante in momenti bui e come a Cuba, dopo che uno dei frequenti tornado ha distrutto paesi e coltivazioni, immediatamente il Ministero della Cultura mandi muscisti a cercare di portare un sorriso a chi ha perso tutto. Per questo, quando ci fu il terremoto in Emilia (e la mia casa era a pochi km dall’epicentro), ho coinvolto lo stesso Pepe Lpopez e altri artisti come Andrea Griminelli, Gianni Morandi, Nek, Gianni Fantoni, Paolo Belli e siamo andati con Rock No War a portare musica tra le tende di chi aveva perso la casa.

Dopo il collegamento che ho fatto con Cuba e con i Nomadi, il TG cubano ha trasmesso un servizio sul video “Por un abrazo” girato nello studio Egrem di L’Avana proprio durante la diretta che ho fatto.
Ecco il servizio del TG cubano:

Servizio TG Televisione di CUBA su "Por un abrazo" e diretta Barone Rosso Solo Flight

Il TG cubano ha trasmesso questo servizio sul video "Por un abrazo" che vede insieme artisti cubani e italiani, Nomadi compresi. Il reportage è stato girato nello studio EGREM di L'Avana durante la diretta che ho fatto in collegamento con Pepe Lopez e artisti cubani e Beppe Carletti Official da Novellara. "Por un abrazo" è un porogetto nato per ringraziare i medici cubani che sono venuti ad aiutare quelli italiani nel caos pandemia.Gracia a Ministerio de Cultura de Cuba

Pubblicato da Red Ronnie su Venerdì 26 giugno 2020

www.redronnie.tv

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.