Resident Evil 8 era originariamente cross-gen e orientato al VR? Le indiscrezioni da un leaker

Il nuovo capitolo della serie horror di Capcom era destinato a essere molto diverso rispetto a quello che arriverà sugli scaffali, ma c'è ancora tempo

Si guardava con particolare attenzione, nel corso degli ultimi giorni, al potenziale annuncio di Resident Evil 8, il nuovo capitolo della serie horror targata Capcom. Un annuncio che è puntualmente arrivato, per la gioia degli appassionati del genere. Ed è un ritorno molto atteso quello del franchise nipponico, che torna sulla cresta dell’onda dopo l’ottimo settimo capitolo che ha rappresentato un punto di svolta.

Dopo esperienze ludiche eccessivamente votate all’action (stando ai puristi del genere, ndr), la scelta degli addetti ai lavori è stata di semplificare. Via quindi tutte le dinamiche da sparatutto e passaggio della visuale in prima persona. Un espediente che ha ingigantito il grado di immersione, anche grazie al supporto del Playstation VR.

Nelle ultime ore sono emersi però alcuni stuzzicanti dettagli proprio su Resident Evil 8. Ma a finire nel mirino sarebbero gli elementi che non presenzieranno nel gioco finale.

Resident Evil 8 tra cross gen e VR: cosa ci perderemo?

Protagonista delle indiscrezioni sull’ottavo episodio della serie è ancora una volta AesthethicGamer. Il noto leaker di prodotti marchiati Capcom è tornato a parlare, questa volta proprio di Resident Evil 8. E ha voluto soffermarsi su quelle feature che sarebbero state accantonate.

I programmi sarebbero dovuti essere diversi per il titolo, che nella mente degli sviluppatori sarebbe stato destinato a cavalcare diverse generazioni di console. I piani prevedevano infatti che la produzione sarebbe dovuta essere cross gen, toccando quindi sì le piattaforme next-gen, ma approdando anche su PS4 e Xbox One. E proprio PS4 avrebbe dovuto prevedere il supporto alla realtà virtuale, già sperimentata in occasione di Resident Evil 7.

Una prima a cui non pare essere destinata una replica, sebbene lo stesso AestheticGamer abbia sottolineato di come i lavori siano ancora nel pieno del loro svolgimento. Non è quindi da escludere un repentino cambio di direzione da parte del team di sviluppo, che potrebbe quindi sorprendere i propri fan. D’altronde di tempo fino al 2021, anno previsto per la release del gioco, ce n’è ancora un po’.

Fonte

Segui gli aggiornamenti della sezione Games sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.