In The O.C. 2 arriva Olivia Wilde, la guest star d’eccezione che si vergognò del suo ruolo per anni

The O.C. 2 rispolvera il personaggio di Olivia Wilde negli episodi in onda in questo fine settimana su Italia1, chi ricorda la "cattiva" Alex?

53
CONDIVISIONI

Su Italia1 è arrivato il momento di vedere o rivedere gli episodi di The O.C. 2 fino a quando Mediaset non deciderà di rinunciare al teen drama a favore di La5 (sembra dal 12 maggio prossimo) ma i fan saranno curiosi di rivedere un vecchio personaggio, la bella Alex Kelly che ha il volto di Olivia Wilde. L’attrice che è diventata prima un volto noto di Dr House M.D. per poi diventare una delle attrici più richieste anche al cinema, oggi tornerà per un attimo adolescente e negli episodi in onda in questo fine settimana la vedremo all’opera nei panni de “la cattiva ragazza che gestisce il Bait Shop”.

Ad andare in onda in questo fine settimana saranno gli episodi della prima parte di The O.C. 2 con Seth pronto ad uscire con Lindsay portandosi dietro Ryan che, a sua volta, esce con Alex. I quattro vanno al concerto dei “Killers”, dove incontrano Summer, Zach e Marissa e l’atmosfera si fa subito tesa. Come se non bastasse, proprio Alex finirà per essere al centro di uno scambio di coppia finendo al fianco di Seth e sbarcando dei baci con lui.

Non contenta, Alex, per dimostrare a Seth che il bacio che c’è stato tra loro non ha importanza, bacia di fronte a lui un uomo e poi una donna finendo addirittura per essere molto vicina, diciamo così, alla stessa Marissa. Olivia Wilde prese parte a ben tredici episodi di The O.C. 2 ma qualche anno dopo ammise di essersi pentita e di non essere fiera di aver preso parte ad un teen drama ammettendo di provare addirittura vergogna pensando a quel periodo.

Solo qualche tempo fa l’attrice, ora volto noto di televisione e cinema, ha chiarito la sua posizione risolvendo anche le tensioni che, nel frattempo, si erano create con i fan della serie cult. Al New York Times ha rivelato“Una volta respingevo il fatto di aver recitato in The O.C. Mi dicevo: ‘Ho fatto una soap teen, che imbarazzo’. Ma ora penso di essere stata fortunata a farla”. Tornando proprio su quello che è stato il suo ruolo ha ammesso di essersi accorta di aver vestito i panni di un personaggio rivoluzionario al centro di un teen drama che ha fatto la storia della tv:

“Il mio ruolo è stato come una rivelazione al mondo, era questa sensazionale storyline sull’amore tra due ragazze adolescenti. All’epoca mi dicevo: ‘Beh, questa cosa dovrebbe essere normale, perché ne fate un grosso caso? Dopo anni, quel significato mi è diventato chiaro quando la gente veniva verso di me per strada – ancora succede qualche volta – e mi diceva: ‘Il tuo ruolo nella serie mi ha aiutato a fare coming out con la mia famiglia, mi ha aiutato a sentirmi a mio agio con gli amici e mi ha aiutato a capire che sarei potuto essere così, trovare la mia sessualità in modo confortevole’. E io penso che questo è un onore”.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.