Ignazio Boschetto (Il Volo), Lidia Schillaci e Nico Arezzo al Barone Rosso Solo Flight

Mi sono collegato con i tre amici siciliani per una chiacchierata e mi hanno fatto ascoltare un po' di buona musica

554
CONDIVISIONI

I ragazzini del VOLO crescono e dimostrano di avere, oltre a una voce che li ha resi popolari in tutto il mondo, anche una forte personalità.

Ignazio Boschetto, ad esempio, ha deciso di creare una propria etichetta, inaugurandola con Nico Arezzo. Doveva portarlo al Barone Rosso il lunedì prima di partire per il tour americano. Ma avevo la puntata strapiena. Così ci siamo detti: appena tornate dagli Stati Uniti vieni con Nico.

Poi è successo il caos totale a causa del virus e il Volo e il loro management hanno deciso di cancellare le ultime date per poter rientrare in tempo, anche per salvaguardare tecnici e accompagnatori, prima che chiudessero i voli per l’Italia. Nel frattempo, il Barone Rosso è diventato Solo Flight, così ho proposto un collegamento con Ignazio e Nico. Ai due si è aggiunta un’altra voce bellissima, quella di Lidia Schillaci, grande amica di Ignazio. Tre siciliani.

Ne è uscita una chat a tratti esilarante, soprattutto quando io ho letto un titolo della canzone che avevo scritto male e “Shallow” era diventato “Swallow” facendo scoppiare a ridere tutti e tre (sottolineo tutti e tre, Lidia compresa) con mia grande sorpresa. Adesso, grazie a questo collegamento, anch’io so cosa significa quel termine.

Prima della diretta, mi ero fatto spedire da Ignazio dei video realizzati per l’occasione, perché la musica la preferisco trasmettere con buona qualità e le dirette internet non lo permettono. Le parti musicali sono:

Ignazio Boschetto e Lidia Shillaci “Endless love

Ignazio Boschetto, Lidia Schillaci e Nico Arezzo “That’s what friends are for

Ignazio Boschetto e Nico Arezzo in un medley dedicato a Pino Daniele che comprende “Quando”, “Quanno chiove” e “Che c’è di male

www.redronnie.tv

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.