Ben 6 scoperte su Samsung Galaxy S11/S20 e Fold 2: dettagli più che intriganti

Un bottino di livello per i Samsung Galaxy S11/S20 e Fold 2: il codice rivela alcuni dettagli

12
CONDIVISIONI

Che si chiami Samsung Galaxy S11 o S20, il prossimo top di gamma del produttore asiatico, insieme al Galaxy Fold 2, è protagonista di nuovi rumors, questa volta ripresi direttamente da XDA Developers. Gli esperti hanno messo a nudo l’ultimo aggiornamento ad Android 10 e One UI 2.0, scovando dettagli parecchio interessanti in relazione alla fotocamera (una delle componenti che, più delle altre, ha catturato l’attenzione dell’azienda, che negli anni ha perfezionato sempre più il tiro). Si è andati più a fondo circa la funzionalità Directors View, che dovrebbe consentire di selezionare un soggetto per poi metterlo a fuoco, lasciando forse agli utenti anche la libertà di cambiare fotocamera, così come effettuare la ripresa di primi piani. Ci sarebbe poi anche Single Take Photo, la personale versione di Samsung dell’opzione Photobooth Mode dei Google Pixel, grazie alla quale sarà l’intelligenza artificiale a scegliere in automatico l’attimo perfetto per scattare una foto. L’idea dell’OEM sudcoreano è quella di migliorare gli auto-scatti, per i quali l’AI sceglierà gli sfondi più adatti.

La fotocamera portata ad un livello superiore per impressionare con i propri scatti

Il Samsung Galaxy S11 o S20 che dir si voglia sarà impreziosito anche dalla funzione Pro Video, un sistema di videoregistrazione potenziato, ed anche vecchia conoscenza dei dispositivi Galaxy. Nel tempo l’opzione aveva ceduto il passo, essendo lasciata in piedi solo la complementare Pro Photo: evidentemente il colosso di Seul ci avrà ripensato. Tra le novità della fotocamera che potrebbero contraddistinguere il Samsung Galaxy S11/S20 ci sarebbero anche quattro effetti bokeh del tutto inediti: Artify, Mono, Side Light e Vintage, da poter applicare per modificare la sfocatura degli sfondi degli scatti anche in seguito alla loro cattura (cosa possibile a partire dal Samsung Galaxy Note 8).

Capitolo batteria: tool autodiagnostico in stile iOS e nuovo sistema di ricarica rapida

Un altro vantaggio che farà capo ai top di gamma 2020 consisterà nel tool Salute Batteria, che si preoccuperà di avvisare gli utenti nel momento in cui l’unità energetica è così logora da richiedere una sostituzione (funzione che già da qualche anno figura su iOS). Infine vi parliamo della Super Fast Charging (questo il nome commerciale con cui la nuova tecnologia verrà presentata sul mercato), che dovrebbe debuttare sul Galaxy Fold 2, il secondo smartphone pieghevole del colosso di Seul (il device dovrebbe ricordare nelle forme il Motorola RAZR, e quindi avere un design a conchiglia). Si tratta di un particolare sistema di ricarica ultra-rapida, con potenze comprese tra i 25 ed i 45W, quando spinte al massimo della loro capacità. Tra l’altro, il device monterà due batterie di piccola taglia, in modo da lasciare spazio ad altre componenti. Un discorso che merita di essere approfondito con tutti i dettagli del caso, ma che non potevamo di certo ignorare (il codice dell’ultimo aggiornamento, essendo stato setacciato a dovere dai ragazzi di XDA Developers, ha offerto spunti importanti, che abbiamo ritenuto doveroso condividere con i nostri lettori). A questo punto non ci resta che lasciarvi alle vostre riflessioni, invitandovi a lasciare un commento all’articolo attraverso il box in basso.

Segui gli aggiornamenti della sezione Samsung Galaxy S9 sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.