Non è una bufala la tassa sulle merendine: la proposta del ministro Fioramonti

La tassa sulle merendine proposta dal ministro Fioramonti non è una bufala

68
CONDIVISIONI

Credevate che quella sulla tassa delle merendine fosse una bufala? Ci dispiace dirvi che vi sbagliavate. La proposta, forse provocatoria, è arrivata proprio da Lorenzo Fioramonti, come riportato da ‘ilgiornale.it‘. Il nuovo ministro dell’Istruzione ha recentemente parlato delle tasse di scopo, utili al finanziamento della scuola. Il concetto di base è molto semplice: mi avvalgo di un mezzo di trasporto che inquina (come nel caso di molti aerei), seguo un’alimentazione tendenzialmente sbagliata (consumando merendine o bibite gasate)? Le tasse di scopo applicate su tali prodotti finanzieranno attività utili, come la scuola o la spinta verso regimi di vita più salutari.

Non siamo proprio sicuri che la proposta riuscirà a fruttare quanto il ministro Fioramonti spera: se l’obiettivo finale è quello di sovvenzionare i salari degli insegnanti con i guadagni derivati dalla tassa sulle merendine, che ricordiamo non essere una bufala come molti avranno pensato o stanno ancora pensando, questo potrebbe anche fallire in ragione di un ipotetico e forse inevitabile diminuzione dei consumi di tali prodotti (così facendo gli introiti fiscali potrebbero anche decrescere invece di aumentare, ottenendo l’esatto opposto di quanto auspicato).

Del resto, come specificato anche dal professore Pietro Paganini, le tasse di scopo vengono utilizzare per abbattere i consumi, e quindi per meri scopo ambientali o nutrizionali. Al calar dei consumi, però, corrisponde anche una riduzione degli introiti fiscali. Si tratta di una contraddizione in piena regola: speriamo il ministro Fioramonti guardi anche al rovescio della medaglia, e decida di riconsiderare la sua proposta (che potrebbe anche essere stata una semplice provocazione). La tassa sulle merendine o sulle bibite gasate, per quanto per certi versi utile, andrebbe a colpire principalmente le classi più povere. Nessuna bufala, ma solo una proposta, che vedremo se diverrà legge.

Per restare sempre aggiornato, aggiungi ai tuoi contatti su smartphone il numero 3770203990 e invia un messaggio WhatsApp con testo “NEWS”. Il servizio è completamente gratuito! In qualsiasi momento sarà possibile disdirlo inviando un messaggio con testo “STOP NEWS” allo stesso numero.
Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.