Cyberpunk 2077 e le cutscene, scelta estetica precisa per CD Projekt RED

Punto di vista preciso quello degli sviluppatori, che hanno scelto di lanciare i propri utenti totalmente all'interno di Night City

1
CONDIVISIONI

È un Cyberpunk 2077 che si appresta a sorprendere su tutta la linea quello che arriverà sugli scaffali agli albori della primavera del prossimo anno. D’altronde la presenza di CD Projekt RED sul ponte di comando non poteva non portare una ventata di sano ottimismo tra le fila della community dei videogiocatori, in virtù soprattutto dell’ottimo lavoro compiuto dallo studio con The Witcher 3.

Tanti sono i dettagli già condivisi dagli sviluppatori su Cyberpunk 2077, con la produzione che assume sempre più una forma definita sotto numerosi punti di vista. Nelle ultime ore interessanti novità sono giunte sulle cutscene, che avranno un tagli specifico.

Stando infatti a quanto riportato in rete, CD Projekt RED avrebbe scelto di adottare una visuale in prima persona per tutte le sequenze d’intermezzo del titolo, comprese quelle di natura sessuale. Non dovrebbe tecnicamente sorprendere la decisione degli sviluppatori, dal momento che Cyberpunk 2077 è a tutti gli effetti un gioco con inquadratura in prima persona, sebbene le precedenti apparizioni del titolo abbiano portato alla luce anche cutscene in terza persona.

Interrogati in merito, gli sviluppatori non si sono tirati indietro e hanno spiegato i motivi dietro la scelta: “L’immersione è molto importante per noi, per questo i filmati sono in prima persona”.

Resterà però da vedere come tutto questo si sposerà con la natura ruolistica del titolo e con l’importanza di empatizzare con il proprio alter ego digitale. Il lavoro svolto sul versante della personalizzazione del proprio personaggio è stato intensivo, e di certo CD Projekt RED non vorrà vanificarlo totalmente: per questo non è da escludere che Cyberpunk 2077 possa avere frangenti specifici di gioco in cui la visuale potrebbe passare alla terza persona.

Staremo a vedere quali saranno le decisioni finali adottate dagli sviluppatori. Ricordiamo che il gioco è previsto sugli scaffali a partire dal 16 aprile 2020 nelle edizioni per PS4, Xbox One e PC.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.