Ventata di novità da OnePlus 5 a OnePlus 6T: lodevole l’aggiornamento del 12 giugno

Proviamo ad esaminare tutte le novità che sono state concepite di recente per questi smartphone Android

1
CONDIVISIONI

Giornata molto interessante per i possessori del OnePlus 5, OnePlus 5T, OnePlus 6 e OnePlus 6T, dispositivi che finalmente si ritrovano a poter puntare su un nuovo aggiornamento software rilasciato in queste ultimissime ore da OnePlus e dedicato al canale Open Beta. Ad inizio giornata tale update era stato rilasciato esclusivamente per il OnePlus 5 ed il OnePlus 5T, ma negli ultimi minuti è emerso il medesimo aggiornamento anche per i due dispositivi di più recente realizzazione come il OnePlus 6 ed il OnePlus 6T.

Bisogna precisare come per il OnePlus 5 sia disponibile l’Open Beta 32, mentre la 34 è stata indirizzata al modello OnePlus 5T. Per invece il OnePlus 6 è disponibile la versione Open Beta 20, la 12 è relegata al OnePlus 6T. Dopo aver chiarito i vari nomi degli aggiornamenti, è bene precisare come per tutti e quattro i dispositivi il changelog è assolutamente lo stesso, senza alcun tipo di differenza. Si tratta dell’introduzione delle prime funzionalità di OnePlus 7 Pro promesse a questi dispositivi più datati, con la possibilità di puntare anche su Android Q.

Vediamo però nel dettaglio ciò che comporta questo nuovo aggiornamento Open Beta per i dispositivi OnePlus sopra menzionati. Innanzitutto si parte dal sistema che potrà essere arricchito dal classico update delle patch di sicurezza Android relative a giugno 2019, una bella notizia per il OnePlus 5, OnePlus 5T, OnePlus 6 e OnePlus 6T. Altro aspetto importante è l’aggiunta di Digital Wellbeing tra le varie impostazioni di sistema.

Potranno gioire anche gli appassionati del gaming, visto come questa Open Beta porti con sé l’introduzione alla modalità Fnatic che garantisce un’esperienza gaming assolutamente totalizzante. Questo update è in distribuzione per via OTA a tutti quegli utenti che però dispongono sui dispositivi OnePlus menzionati della versione Open Beta più recente della OxygenOS. Se si possiede invece la versione stabile, sarà necessario passare manualmente alla beta per poter sfruttare le novità sopra citate.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.