FIFA 20 da Volta Football a punizioni e rigori, tutte le novità

Electronic Arts ha movimento il proprio EA Play 2019 con le primizie provenienti dal suo titolo di punta, il simulatore calcistico record d'incassi

33
CONDIVISIONI

È ufficialmente nel tardo pomeriggio di ieri la marcia d’avvicinamento a FIFA 20, il simulatore calcistico di Electronic Arts che si paleserà come di consueto sugli scaffali agli albori dell’autunno. L’EA Play 2019 è stato foriero di interessanti dettagli sul nuovo capitolo della serie sportiva per eccellenza del colosso statunitense, che per questa nuova iterazione si è abilmente districato tra correzioni varie ed eventuali e nuovi innesti utili a smuovere la curiosità dei fan.

Il riferimento dell’ultimo caso citato è Volta Football, implementazione inedita in FIFA 20 ma la cui formula ludica non è di certo totalmente sconosciuta ai videogiocatori di lunga data. Senza troppi fronzoli, il riferimento è chiaramente alla serie FIFA Street, che dal 2005 al 2008 (con la parentesi reboot del 2012) ha intrattenuto i calciofili con tre diversi capitoli. Il calcio di strada torna a mostrarsi all’interno di un prodotto videoludico e lo farà con la canonica spettacolarità che ne ha contraddistinto gli esordi oltre dieci anni fa. I grandi stadi e i perfetti manti verdi lasceranno spazio ad asfalto e reti di delimitazione, con il pubblico pronto a tributare applausi per le grandi giocate che si limiterà a poche decine di astanti. Non è ancora chiara la dinamica alla base del gameplay, sebbene ci sarà da scommettere che, come in passato, grande rilievo l’avrà l’esecuzione di trick e combo, con un qualche sistema a punti che valuterà le performance degli utenti. La volontà di Electronic Arts con Volta Football è in sostanza quella di sopperire all’assenza della modalità Il Viaggio, conclusosi con l’ultimo capitolo della trilogia in FIFA 19.

Novità in FIFA 20 che non si fermano di certo al ritorno del calcio di strada, dal momento che gli sviluppatori hanno come sempre continuato il proprio lavoro di affinamento di un gameplay più che collaudato. Nessuno stravolgimento eccessivo attenderà dunque i fan, con il fil rouge seguito che è quello della continuità, fatta di correzioni della rotta più o meno minime che non lascino spaesati i fan che arrivano dal predecessore. Innanzitutto la fisica della palla sarà ancora una volta rivista, in favore di un maggiore realismo; discorso analogo anche per le meccaniche che gestiscono il movimento degli atleti digitali sul campo da gioco: qui, grazie all’Authentic Game Flow la sensazione generale sarà di avere a propria disposizione calciatori perfettamente consapevoli della propria posizione in campo e degli spazi da coprire, nonché dei tempi d’intervento. Chiaramente questo è un discorso che varierà (e di molto) a seconda delle squadre che si andranno a controllare – le differenze tra Chievo e Juventus, giusto per prendere a riferimento ultima e prima del campionato di Serie A di questa stagione, saranno evidenti – e questo avrà un suo peso specifico nell’evolversi dei match disputati.

Le prime immagini provenienti dall’EA Play 2019 e dall’E3 2019 hanno poi permesso di dare uno sguardo preliminare anche al nuovo sistema di calci di rigore e di punizione. Un sistema che, a un primo sguardo parrebbe essere meno punitivo rispetto al passato, sebbene la prova del nove la si potrà avere soltanto nel momento in cui sarà disponibile la demo del gioco, vale a dire presumibilmente un paio di settimane prima della release del prodotto completo.

Siamo ancora parecchio distanti dall’arrivo di FIFA 20 sugli scaffali, con la data d’uscita fissata da Electronic Arts che è quella del 27 settembre 2019, e la marcia d’avvicinamento al momento della release non farà altro che permettere di avere a disposizione nuovi elementi per una valutazione preliminare della produzione. Da tenere quindi d’occhio le novità in arrivo a luglio, che snoccioleranno nuovi dettagli su modalità Carriera, Pro Club e gameplay, mentre nel mese di agosto sarà il momento di dare uno sguardo più approfondito alla modalità Volta Football e al tanto atteso FIFA 20 Ultimate Team.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.