Bilancio di inizio 2019 per Honor 9 verso EMUI 9: situazione ad un mese dal lancio della beta

Torniamo a parlare dell'aggiornamento più atteso per il pubblico, secondo quanto raccolto in queste ore

7
CONDIVISIONI

Si è parlato pochissimo in questi giorni di uno smartphone molto apprezzato e popolare in Italia, vale a dire il cosiddetto Honor 9, considerando il fatto che poco meno di un mese fa vi abbiamo dato notizia dell’avvio del programma beta riguardante EMUI 9 e Android Pie. Come stanno le cose oggi 8 gennaio? Come procedono i lavori? Domande legittime, a maggior ragione dopo che il team EMUI in queste ore ha deciso di adottare un approccio più prudente su Facebook, affermando che lo staff sta ancora valutando la compatibilità tra lo smartphone e l’aggiornamento invocato a furor di popolo.

La sensazione, a tal proposito, è che possa esserci qualche piccolo rallentamento. Non ai livelli di Honor 8 e di Android Oreo, se pensiamo che in quel caso il rilascio dell’aggiornamento avvenne addirittura tra luglio e agosto, ma è chiaro che la priorità del produttore adesso sia focalizzata su smartphone più recenti. Insomma, al dì là del fatto che il programma beta sia scattato da qualche settimana, sarà necessario di armarsi di tanta pazienza per i possessori di un Honor 9.

Premesso questo, ho fatto un giro all’interno di alcuni gruppi Telegram frequentato da utenti che dispongono del device e che, al contempo, hanno deciso di partecipare al programma. Ebbene, l’impatto della versione non definitiva dell’aggiornamento con Android Pie ed EMUI 9 per Honor 9 è stato tutto sommato positivo. In particolare, le prestazioni generali dello smartphone la velocità assicurata con l’apertura delle app stanno facendo emergere feedback positivi da parte del pubblico.

Quanto alla batteria, al momento ci troviamo su valori stabili rispetto a prima. L’auspicio è che quanto riportato oggi 8 gennaio possa rappresentare il presupposto giusto per ricevere l’aggiornamento con EMUI 9 nel più breve tempo possibile a bordo di Honor 9 qui in Italia. Anche voi avete partecipato al programma beta?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.