Nuova spinta per Honor 9 Lite con la patch B139: non è ancora tempo di gesture

Non sono ancora maturi i tempi per EMUI 9, ma il nuovo aggiornamento va comunque preso in considerazione

7
CONDIVISIONI

Torna attuale uno smartphone che in questi mesi ha riscontrato un discreto successo, vale a dire Honor 9 Lite. Il device dovrebbe rientrare tra quelli destinati a ricevere l’aggiornamento con la nuova interfaccia EMUI 9, oltre ovviamente ad Android Pie, come del resto abbiamo riportato qualche settimana fa con un articolo dedicato alla questione gesture, ma oggi 3 gennaio dobbiamo necessariamente soffermarci su un altro pacchetto software che è stato segnalato da diversi utenti italiani.

La questione fondamentalmente verte sul pacchetto software LLD-L31 8.0.0.139(C432) e, stando alle prime informazioni emerse, dovrebbe trattarsi della patch di sicurezza Android risalente allo scorso 5 novembre 2018. Insomma, non proprio un upgrade freschissimo, ma secondo quanto abbiamo avuto modo di raccogliere in queste ore si tratta dell’ultimo aggiornamento concepito per uno smartphone che certo non può contare sul pacchetto software e hardware di primissima fascia. Proviamo dunque a ricapitolare quali siano le informazioni più importanti a tal proposito.

Peso abbastanza ridotto per l’aggiornamento e la netta sensazione che si tratti di uno step intermedio e non così significativo, in attesa che i possessori di un Honor 9 Lite possano ricevere effettivamente l’aggiornamento tanto invocato in questi mesi. Staremo a vedere in quale direzione andranno i riscontri del pubblico italiano, in quanto escludere a priori dei potenziali colpi di scena per il nuovo upgrade B139 sarebbe altrettanto sbagliato. Occhio anche alla questione batteria, anche se fino ad oggi non sono trapelate particolari lamentele sotto questo punto di vista.

Anche a voi è arrivata la notifica per installare il nuovo aggiornamento B139 sul vostro Honor 9 Lite? Siete tutti invitati a commentare l’articolo di oggi 3 gennaio, in modo tale da capire se ci siano effettivamente delle migliorie in grado di andare oltre il solito changelog per questo primo pacchetto software del 2019 qui in Italia.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.