Dettagli Rainbow Six Siege Operation Wind Bastion mostrati in video alle Pro League Finals

Tanti nuovi dettagli svelati in video dagli sviluppatori, con focus specifici sulle diverse abilità dei nuovi operatori e sulla mappa inedita

2
CONDIVISIONI

L’appuntamento con le Pro League Finals di Rainbow Six Siege si è consumato come da programma nel corso dell’ultimo fine settimana, con i migliori giocatori dello sparatutto tattico di Ubisoft che si sono affrontati senza alcuna remora nella splendida cornice di Rio de Janeiro, con i G2 Esports che si sono portati a casa il trofeo per il primo posto e un montepremi assolutamente goloso da ben 75mila dollari.

L’appuntamento brasiliano di Rainbow Six Siege è stato però il momento ideale per dare uno sguardo anche ai nuovi contenuti pronti a essere rilasciati all’interno del titolo da parte dello sviluppatore transalpino con Operation Wind Bastion. Non è un mistero che le prossime settimane vedranno la comparsa nel gioco di due nuovi operatori – rispettivamente uno d’attacco e uno di difesa – unitamente a una mappa inedita. Le Pro League Finals di Rainbow Six Siege hanno consentito ai fan di vedere come il tutto verrà amalgamato nel titolo, in un filmato alquanto esplicativo.

Innanzitutto troviamo Nomad, operatore d’attacco a velocità due e resistenza due che sarà dotato di Air Jab Launcher. Questo sparerà una mina di prossimità in grado di respingere, con la sua esplosione, tutti gli elementi che entreranno nel suo raggio d’azione, un elemento strategico non di poco conto per stanare magari nemici arroccati in una posizione difensiva altrimenti inespugnabile. Chiaramente non sarà un’arma infallibile, dal momento che il sistema difensivo di Jager sarà in grado di disabilitarne le funzioni.

In difesa troviamo invece Kaid, operatore a velocità tre e resistenza tre dotato di Rtila, un gadget in grado di elettrificare le superfici. Un’abilità molto simile a quella di Bandit, ma che si differenzia per le modalità di funzionamento del gadget specifico: qui infatti si avrà a disposizione un raggio d’azione ben definito, all’interno del quale ogni elemento sarà ugualmente elettrificato. Lanciandolo quindi nella giusta posizione, questo potrà avere un’azione molteplice su pià elementi, fattore che ne eleva di parecchio l’utilità nel corso dei match. Ovviamente, come era lecito aspettarsi, sarà vulnerabile alle scansioni di IQ, alle granae EMP di Tatcher e ai droni stordenti di Twitch.

Non è mancato poi un focus più che esaustivo della nuova mappa, Fortezza, un’ambientazione dalla conformazione assolutamente interessante e che offrirà tantissimi spunti offensivi e difensivi agli operatori che vi approcceranno.

Non è ancora disponibile una data precisa cui fare riferimento per le novità in arrivo in Rainbow Six Siege, sebbene di certo non ci sarà da attendere moltissimo: imminente è la pubblicazione del tutto sui server di prova PC, che fungeranno da warm up prima della diffusione su tutte le piattaforme.

Fonte

Lascia un commento: