Needle – Michael Jackson, “Earth song”

Perché il vinile è tornato per restare, parola di Red Ronnie

141
CONDIVISIONI

Sono appena stati pubblicati gli album di Michael Jackson in una splendida edizione picture disc, una vera opera d’arte come ha detto Megahertz che era con me alla fine del Barone Rosso dove glieli ho mostrati. Lui mi ha chiesto di sentire “Earth Song”, che (coincidenza) era la canzone che avevo scelto di suonare. Megahertz ha fatto notare che il brano non ha ritornello, ma solo l’urlo disperato della terra, l’allarme inascoltato dagli uomini che la stanno violentando, devastando, soffocando con la loro corsa sfrenata al denaro in un abbrutimento culturale che sta uccidendo questo pianeta.

“Earth song”, un capolavoro, una vera opera classica, che Michael aveva rivestito con un video spettacolare quanto atroce, è stato un campanello d’allarme per chi non vuole ingerenze sulle proprie scellerate decisioni di potere. Michael Jackson è stato definito da Guiness il più popolare essere umano sul pianeta e va bene fino a quando fa canzoncine e balla sul palco, ma se comincia a creare brani come “Earth song”, allora no. La musica non deve più interferire o cercare di cambiare le strategie economiche e i piani di chi comanda.

Guarda caso Michael è stato accusato di pedofilia, massacrato sui media, gli è stata tolta credibilità per destabilizzarlo.

Ci sono riusciti, hanno vinto.

Michael Jackson è morto o è stato ucciso il 25 giugno 2009. C’è chi sostiene che lui abbia inscenato una finta morte per fuggire e rifugiarsi chissà dove.

In realtà non hanno vinto. Ci restano i suoi capolavori, la musica, le canzoni che rimarranno anche quando quelli che lo hanno aggredito saranno polvere, prede nel regno delle ombre e dimenticati dal pianeta terra, se sopravviverà.

Come “Imagine” di John Lennon, “Earth song” rimane una pietra miliare nella storia della musica. Va ascoltata ad occhi chiusi.

Ecco la traduzione del testo.

CANZONE DELLA TERRA

Che ne è dell’alba, e della pioggia, e di tutte le cose
che tu dicevi avremmo avuto?

E che mi dici dei campi di sterminio?

C’è ancora tempo?  

Che ne è di tutte le cose
che dicevi erano tue e mie?

Ti sei mai fermato ad osservare
tutto il sangue che abbiamo versato fino ad ora?

Ti sei mai fermato ad osservare
La Terra che urla di dolore, le rive che piangono?

Aaaaaaaaah Aaaaaaaaah Aaaaaaaaah Aaaaaaaaah

Che cosa abbiamo dato al Mondo?

Guarda che cosa abbiamo dato!

Che ne è di quella pace 
che hai promesso a tuo figlio?

Che ne è dei campi fioriti?

C’è ancora tempo?

Che ne è di tutti i sogni
che tu dicevi erano tuoi e miei?

Ti sei mai fermato ad osservare
Tutti i bambini che muoiono per via della guerra?

Ti sei mai fermato ad osservare la Terra che urla di dolore, le rive che piangono?

Aaaaaaaaah Aaaaaaaaah Aaaaaaaaah Aaaaaaaaah

Ero solito sognare

Ero solito guardare oltre le stelle…

Ora non so dove siano

Anche se so che siamo andati ben più lontano.

Aaaaaaaaah Aaaaaaaaah Aaaaaaaaah Aaaaaaaaah Aaaaaaaaah Aaaaaaaaah Aaaaaaaaah Aaaaaaaaah

Hey, che ne è del passato? (E di noi?)

Che ne è dei mari? 
(E di noi?)

I cieli stanno cadendo 
(Che ne è di noi?)

Non riesco neanche a respirare 
(Che ne è di noi?)

Cos’è questa indifferenza? 
(Cosa ci è successo?)

Ho bisogno di te 
(Che ne è di noi?)

Che ne è del valore della natura?

E’ il grembo del nostro pianeta 
(Cosa ci è successo?)

Che ne è degli animali? 
(Cosa sta accadendo?)

Abbiamo trasformato regni in polvere 
(Che ne è di noi?)

Che ne è degli elefanti? 
(E di noi?)

Abbiamo perso la loro fiducia?
 (Che ne è di noi?)

Che mi dici delle balene che gridano di dolore? (Che ne è di noi?)

Stiamo devastando i mari 
(Che ne è di noi?)

Che ne è dei sentieri nelle foreste?

Bruciano nonostante le nostre suppliche 
(Che ne è di noi?)

Che ne è di questa terra sacra 
(Cosa sta succedendo?)

Lacerata e divisa dall’ideologia?
 (Che ne è di noi?)

Cosa sta accadendo all’uomo della strada 
(Che ne è di noi?)

Che non possiamo liberarlo? 
(Che ne è di noi?)

Cosa mi dici dei bambini che muoiono?
 (Cosa ci è successo)

Non li senti piangere? 
(Cosa ci è successo?)

Dove abbiamo sbagliato?

Qualcuno mi dica perché 
(Che ne è di noi?)

Che ne è dei bambini? 
(Che ne è di noi?)

Che ne è dei giorni? 
(Che ne è di noi?)

Che ne è di tutta la loro gioia? 
(Che ne è di noi?)

Cosa sta accadendo all’uomo? 
(Cosa ci succede?)

Che mi dici dell’uomo che sta gridando di dolore? (Che ne è di noi?)

Che ne è di Abramo 
(Che ne è di noi?)

Che mi dici della morte, ancora?

Ci siamo tirati addosso una maledizione?

Aaaaaaaaah Aaaaaaaaah

Commenti (2):

Vania Lupini

Red Ronnie fa lo splendido dichiarando che non ha mai voluto intervistare Freddy Mercuri perché (a dir suo) una cattiva persona, però non esita a dichiarare che Jackson è stato una vittima di chissà quale sistema complottistico,quando semmai è il contrario ;il suo potere ha sempre coperto quello che in realtà era. Una cattiva persona.Bisogberebbe avere un po’ d coerenza oppure starsene zitti.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.