Sea of Thieves si amplia oggi 27 settembre col DLC Forsaken Shores, i dettagli

Non sarà proprio una passeggiata in questo nuovo DLC di Sea of Thieves.

3
CONDIVISIONI

Oggi 27 settembre è disponibile il terzo DLC gratuito di Sea of Thieves, chiamato Forsaken Shores. Il titolo piratesco di Rare si amplia quindi per la terza volta: dopo aver affrontato il megalodonte e le navi scheletro, ora i giocatori dovranno vedersela con terremoti, geyser e vulcani in eruzione. C’è stata una manutenzione ai server, ma questa ormai è finita: chi è interessato può quindi cominciare a giocare con questo DLC.

Non costa nulla, quindi potete semplicemente avviare Sea of Thieves e scaricarlo. Il DLC è disponibile sia su PC che su Xbox One e introduce un’area inedita con nuove meccaniche di gioco e contenuti. Si chiama Devil’s roar ed è un territorio piuttosto pericoloso che introduce un nuovo avamposto e pericoli in nuove isole.

I pirati e le navi di Sea of Thieves saranno quindi minacciati da lava, eruzioni e geyser, dove in alcune zone il mare sarà anche bollente. Ci saranno però diversi vantaggi e sorprese da scoprire, insieme a nuove onorificenze per avere dobloni da spendere dai Topi di Sentina per comprare oggetti esclusivi.

Ci sono poi nuove skin per le armi ma anche polene, vele, abiti e accessori che permetteranno di personalizzare al meglio pirata, sloop, brigantino e galeone. Questi comunque si possono acquistare nei negozi nel nuovo avamposto. Durante la terza settimana di disponibilità si potrà poi accedere a un nuovo tipo di missione.

Ci saranno anche nuovi incarichi per arrivare ai confini estremi del gioco, dove si intraprenderanno nuove tratte commerciali. Si dovranno trasportare carichi delicati e stare molto attenti. Di seguito trovate il video con le note dell’aggiornamento.

Che dire, un aggiornamento molto atteso e che sicuramente farà felici i possessori del gioco, il supporto di Rare si sta dimostrando davvero ottimo sotto tutti i punti di vista. Discutetene in questa folta community!

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.