Ufficiale l’aggiornamento Android 8.0 Oreo per Nexus 5X, 6P e Google Pixel, destino Nexus 5 e 6

Da qualche ora disponibile l'aggiornamento ad Android 8.0 Oreo per Nexus 5X, 6P e Google Pixel, download factory image

43
CONDIVISIONI

Ufficialmente rilasciato per Nexus 5X, 6P e Google Pixel l’aggiornamento ad Android 8.0 Oreo, anche se per il momento solo tramite factory images (potete scaricarle su theandroidsoul.com). Mancano gli ZIP dei file OTA, che dovrebbero però essere messi a disposizione nel giro di qualche ora.

La differenza sostanziale tra factory images e OTA sta nel metodo di installazione: nel primo caso, serve che Nexus 5X, 6P e Google Pixel abbiano il bootloader sbloccato, cosa che comporta la completa eliminazione dei dati presenti a bordo del dispositivo interessato. Nel secondo, invece, il file OTA può essere flashato tramite recovery stock, cosa che non rende necessarie modifiche al telefono, che potrà conservare in toto i contenuti immagazzinati in memoria.

Ad ogni modo, hanno ricevuto l’aggiornamento ad Android 8.0 Oreo (parliamo chiaramente della versione finale, e non più delle developer preview, arrivate in una serie di quattro), oltre a Nexus 5X, 6P e Google Pixel, anche Nexus Player e Pixel C.

Per quel che riguarda Nexus 5 e 6, purtroppo, com’era già risaputo, entrambi i disposiviti non accoglieranno ufficialmente la nuova major-release, che potrà comunque arrivare a breve tramite customROM AOSP, non appena Google rilascerà il codice sorgente dell’aggiornamento ad Android 8.0 Oreo (bisognerà dare il tempo agli sviluppatori indipendenti di mettersi a lavoro per sfornare release ottimizzate a dovere, cosa in cui certi team ormai sono specialisti).

Diverso il discorso relativo a Nexus 5X, 6P e Google Pixel, che potranno sfruttare da subito le novità legate alla versione OS che porta il nome di uno dei biscotti più amati in assoluto. Chi ha maturato una certa dimestichezza col mezzo d’installazione delle factory images, si accomodi pure, facendo sempre la massima attenzione a non mandare in brick il device. Se avete domande da fare, restiamo a vostra completa disposizione.

Segui gli aggiornamenti della sezione Nexus 5 sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.