Microsoft, nuovo aggiornamento software per Surface Pro 3 e 2 in distribuzione. I dettagli

Surface Pro 3 e 2, ecco l'aggiornamento firmware di Maggio. Quali le novità?

7
CONDIVISIONI

Microsoft ha rilasciato i consueti aggiornamenti software di Maggio per Surface Pro 3, “il tablet che sostituisce il portatile”.

Ecco il changelog dell’aggiornamento relativo a Surface Pro 3:

  • Surface Pro 3 UEFI update (v3.11.850.0) include gli aggiornamenti necessarie per garantire la compatibilità con il driver grafico aggiornato.
  • HD Graphics Family driver update (v.10.18.14.4170) migliora le prestazioni grafiche e comprende un migliore supporto al Miracast.
  • Display Audio driver update (v6.16.00.3172) migliora l’esperienza audio e supporta la compatibilità con il driver grafico aggiornato.

L’aggiornamento firmware per Surface Pro 2 è accompagnato da changelog praticamente identico – ma conUEFI update (v2.5.250.0), a conferma del grande impegno profuso da Microsoft:

  • Surface Pro 2 UEFI update (v2.5.250.0) include gli aggiornamenti necessarie per garantire la compatibilità con il driver grafico aggiornato.
  • HD Graphics Family driver update (v.10.18.14.4170) migliora le prestazioni grafiche e comprende un migliore supporto al Miracast.
  • Display Audio driver update (v6.16.00.3172) migliora l’esperienza audio e supporta la compatibilità con il driver grafico aggiornato.

Al momento, nessun aggiornamento è previsto per Surface RT, Surface 2 e Surface Pro. Come osserva Microsoft sul sito dedicato alla piattaforma Surface, gli aggiornamenti del tablet vengono forniti tramite Windows Update:

Non ogni Surface Pro 3 riceverà l’aggiornamento allo stesso tempo, ma verrà comunque consegnato a tutti i dispositivi. Se non avete ricevuto l’aggiornamento, controllate manualmente Windows Update.

Infine, Microsoft ha reso disponibile un aggiornamento software con i driver pre-release di Windows 10 dedicato ai possessori del recente Surface 3.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.