Nymphomaniac senza censura al Film Festival di Berlino

7
CONDIVISIONI
Nymphomaniac

Nymphomaniac

Nymphomaniac non è ancora uscito ma si è già sentito gridare allo scandalo diverse volte, nonostante le innumerevoli accuse di indecenza al film di Lars von Trier, il Film Festival di Berlino lo proietterà in versione integrale senza censura.

Non è la prima volta che la Berlinale prova a proiettare un’ opera così provocatoria, ma forse questa sarà la prima volta che ci riuscirà senza intoppi, o almeno ce lo auguriamo.

Il primo tentativo risale alla pellicola Ecco l’impero dei sensi, del regista Nagisa Ôshima, che venne confiscata dalla polizia tedesca, perché pornografica, poco prima della proiezione inaugurale. 

Dopo il festival del cinema di Berlino, una versione più corta ed editata di Nymphomaniac verrà mostrata in Danimarca dal giorno di Natale, divisa in 2 parti per un totale di 4 ore (la durata del film originale senza tagli è di 5 ore e mezzo).

In America invece uscirà al cinema in due tranches a marzo e aprile prossimi.

Sembra incredibile, ma in Italia ha faticato a trovare qualcuno che la distribuisse nei nostri cinema, poi finalmente si è fatta avanti la Good Films, la società posseduta per il 30% da Lapo Elkann, e così anche noi potremo dire la nostra sulle avventure sessuali della tormentata Joe (Charlotte Gainsbourg).

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.