I giochi PS5 e Xbox Series X potrebbero costare di più: ecco perché

Il prezzo di PS5 e Xbox Series X rimane ancora un mistero, ma quello dei giochi next-gen potrebbe essere più alto. Almeno a sentire gli esperti

3 Luglio 2020 di


Saranno PS5 e Xbox Series X le prossime console targate Sony e Microsoft, quelle che dovranno definire la nuova generazione del gaming casalingo. Due piattaforme che andranno quindi a prendere in dote l’eredità di PlayStation 4 e Xbox One, mettendo sul piatto non solo potenza bruta, ma anche titoli in esclusiva e servizi sempre più vantaggiosi per l’utenza. Per una console war che pare inevitabile.

E se è vero che il debutto nei negozi è previsto per le festività natalizie di quest’anno – comunque tra i mesi di ottobre e dicembre 2020 -, è allo stesso modo naturale che le notizie su PS5 e Xbox Series X siano ormai pane quotidiano, con la community di videogiocatori affamata di dettagli sempre freschi sulla next-gen “da salotto”. Per ora in via ufficiale consociamo il design di entrambe le console, le specifiche tecniche e alcuni dei giochi in arrivo nelle rispettive librerie ludiche – sia in esclusiva che multipiattaforma -, mentre rimane un mistero il prezzo.

Prezzo che potrebbe essere un fattore importante anche per gli stessi giochi di PS5 e Xbox Series X. A sentire Yoshio Osaki, CEO di IDG, il prezzo delle prossime opere in pixel e poligoni potrebbe essere leggermente superiore rispetto a quello dei giochi per le console di attuale generazione, con l’obiettivo di coprire i costi di produzione, sempre più alti per i grandi progetti tripla A. L’esperto mette in evidenza che negli ultimi 15 anni il prezzo di vendita dei videogame è rimasto sostanzialmente invariato, fermo alla cifra di 59,99 dollari. Con l’avvento delle nuove PlayStation e Xbox One, c’è quindi il rischio di assistere ad un prezzo medio di 69,99 dollari:

Con un prezzo medio di 69.99 dollari per i giochi next-gen, l’incremento sarebbe del 17% in quindici anni, un tasso decisamente basso rispetto ad altri settori.

Asaki fa anche notare che i costi di fruizione di altri settori dell’intrattenimento – come i biglietti del cinema o gli abbonamenti Netflix – sono aumentati negli anni, cosa non avvenuta per i videogiochi. Ora, con l’avvento di PS5 e Xbox Series X e con il costo di produzione dei grandi blockbuster cresciuto fino al 300%, i prezzi attuali potrebbero non essere mantenuti ancora a lungo. Non a caso, c’è un esempio concreto in tal senso: NBA 2K21 per PS5 e Xbox Series X è venduto a 69,99 dollari, dieci in più rispetto alle versioni PS4, Xbox One, PC e Switch, prezzate a 59,99 dollari.

Segui gli aggiornamenti della sezione Games sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.


{"vars":{{"pageTitle":"I giochi PS5 e Xbox Series X potrebbero costare di più: ecco perché","pagePostType":"post","pagePostType2":"single-post","pageCategory":["games"],"pageAttributes":["ps5","ps5-vs-xbox-series-x","xbox-series-x"],"pagePostAuthor":"Andrea Guerriero","pagePostDate":"03\/07\/2020","pagePostDateYear":"2020","pagePostDateMonth":"07","pagePostDateDay":"03"}} }