Mark Hamill contro J.J. Abrams e Star Wars: “Han Solo non doveva morire”

L'attore non ha condiviso le scelte di regia di J.J. Abrams, e 4 anni dopo rivela il suo pensiero su Han Solo.

3
CONDIVISIONI

Mark Hamill, protagonista della saga cinematografica di Star Wars, sta sollevando non pochi problemi al franchiste creato da George Lucas nel 1977 a causa di alcune dichiarazioni che riguardano il suo vecchio compagno di avventure Harrison Ford.

Secondo Hamill, che proprio negli ultimi anni è tornato ad indossare nuovamente le vesti dello Jedi Luke Skywalker nella nuova trilogia di Star Wars  diretta da J.J. Abrams, far morire il personaggio di Han Solo è stato un grande errore. Ecco cosa ha detto a Den of Geek:

Ho pensato che Luke non rivedrà più il suo migliore amico. Credo che sia stato un enorme errore impedire a queste persone di riunirsi. Forse mi sono sbagliato perché a nessuno sembra importare, ma a me importa. Luke, Han e Leia non saranno mai più insieme, e probabilmente io non lavorerò mai più con Harrison.

Il personaggio di Han Solo è uno dei più amati di tutta la saga cinematografica di Guerre Stellari,  tanto da essere diventato anche il protagonista dello spin-off uscito nel 2018 Solo: A Star Wars StoryInterpretato da Harrison Ford, Han era tornato in Star Wars: Il risveglio della forza, primo capitolo di una nuova trilogia-sequel, insieme alla compianta Carrie Fisher nelle vesti della principessa Leia, ora Generale Organa. La sua presenza nella pellicola però è durata ben poco, visto che alla fine del film Han Solo è stato ucciso da Kylo Ren. Questo fatto non ha permesso al trio originale della saga di Star Wars di condividere neanche una scena sullo schermo.

A difesa di J.J. Abrams però sembra ci siano proprio delle dichiarazioni dello stesso Harrison Ford, rilasciate nel 2016, che avrebbe voluto la morte di Han Solo già nel 1983, anno dell’uscita nei cinema dell’episodio VI di Star WarsIl ritorno dello Jedi. Nel dettaglio ecco le parole dell’attore:

Credo che la sua morte sarebbe un ottimo uso del personaggio. Aspetto che Han Solo muoia da 30 anni, non perché sono stanco di interpretarlo o perché è noioso, ma il suo sacrificio per gli altri personaggi donerebbe peso e gravità alla storia.”

 

 

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.