Il director di God of War parla dei giochi single player: sono davvero morti?

Cory Barlog, director di God of War presso Santa Monica Studio, dice la sua sulla presunta morte dei giochi single player.

Da tempo, ormai, si dibatte sulla questione se i giochi single player siano “morti”, costretti a lasciare il posto sul mercato alle esperienze multiplayer online. Eppure, Sony e PS4 continuano a puntare forte sul giocatore singolo producendo esperienze indimenticabili: l’ultimo esempio può essere chiaramente God of War. Secondo Cory Barlog, director del gioco di Santa Monica Studio, i titoli per giocatore singolo sono attualmente “una fenice” dell’industria dei giochi.

A quanto pare, i giochi single player sono morti per la maggior parte dei giocatori, eppure in qualche modo l’esclusiva PS4 di turno come God of War arriva puntualmente a sorprenderci. Leggiamo cosa ne pensa Cory Barlog:

“I giochi per giocatore singolo sono una fenice a questo punto. Passiamo attraverso flussi e riflussi. I giochi cambiano a seconda delle diverse creatività coinvolte ed esprimono una sorta di pazza idea degli sviluppatori”.

Le dichiarazioni del director di God of War sono nate durante un’intervista in cui si discuteva del fenomeno Battle Royal che giochi come Fortnite hanno introdotto prepotentemente nell’immaginario collettivo. Dal canto loro, i franchise tradizionali trovano il modo di competere con l’emergere di questi nuovi titoli. Per Barlog, è uno sviluppo abbastanza normale, ma entrambi i generi esisteranno sempre uno accanto all’altro.

“Non si tratta di una competizione tra multiplayer e single-player. Non si tratta di nessuno di loro vivo o morto, giusto? È il gatto di Schrödinger. Siamo vivi e siamo morti allo stesso tempo, no? E saremo sempre così”.

In termini di preferenze personali, Barlog ha detto di non essere interessato interessato al multiplayer competitivo, ma allo stesso tempo  non ha nulla contro i giochi multiplayer o quelli a cui piace il genere.

“Non voglio lavorare a nessun gioco che non abbia una sorta di componente della storia, perché questa è la sfida per me. La competizione non mi riguarda. Non è per dire che la concorrenza è cattiva, non è per dire che i giochi competitivi sono cattivi perché amo quelli che esistono, ma non è il mio genere”.

Voi cosa preferite? Single player o multiplayer?

Fonte: VG247.com

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.