David di Donatello 2015 – Mattarella con Tarantino cita Pulp Fiction

Il presidente della Repubblica ha incontrato il regista premio Oscar Quentin Tarantino che stasera sarà ospite della premiazione italiana dei David di Donatello, e unendo cinema e politica ha citato la famosa frase di Mr. Wolf

1
CONDIVISIONI

Mi chiamo Mr. Wolf. Risolvo problemi. Così il personaggio interpretato da Harvey Keitel esordiva sulla scena di Pulp Fiction, pluripremiato film cult del 1994 diretto da Quentin Tarantino. Il problema da sistemare per Mr. Wolf era quello di ripulire la scena dell’involontario omicidio del giovane Marvin ad opera di Vincent (John Travolta). Una cosa da niente in confronto alla crisi che attanaglia l’Italia e l’Europa, che neanche il personaggio in questione nonostante le sue indiscusse capacità, sarebbe in grado di risolvere.

Lo ha ribadito il presidente della Repubblica Sergio Mattarella al regista Quentin Tarantino oggi in visita al Quirinale: “Se anche ci prestasse il suo Mr. Wolf, da solo non riuscirebbe a risolvere tutti i problemi. Uscire dalla crisi non è facile”. Una citazione cinematografica, sotto la quale il Presidente potrebbe però aver nascosto più di un sotteso.

Ma se vi state chiedendo come mai Quentin Tarantino fosse al Quirinale oggi, la risposta non è sicuramente per valutare un prossimo set. Anche perchè il prossimo film del regista sarà ancora una storia ambientata nel selvaggio west. E tralasciamo facciamo facili battute. No, il regista si trova a Roma perchè stasera sarà ospite d’eccezione della cerimonia di premiazione tutta italiana dei David di Donatello. Durante la serata Tarantino ritirerà i David di Donatello vinti per Pulp Fiction e Django Unchained. In diretta su Rai Move a partire dalle 19.00 e in seconda serata su Rai 1, lo show sarà condotto da Tullio Solenghi.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.