Gravity, un nuovo claustrofobico trailer

Gravity, un nuovo claustrofobico trailer

Gravity, un nuovo claustrofobico trailer

A 372 miglia di distanza dalla Terra non ci sono suoni, non c’è pressione atmosferica, non c’è ossigeno. La vita nello spazio è impossibile.

Sono queste le parole inospitali con cui uno straordinario Alfonso Cuaron apre la porta della navicella e ci infila tutti dentro a forza un minuto prima del lancio. E l’appellativo straordinario non è nè casuale nè gonfiato, perchè se questo film è così bello come è, il merito è principalmente il suo. L’importante coppia di attori, Sandra Bullock e George Clooney infatti partecipano, contribuiscono, ma non riescono a liberarsi della tuta spaziale che li contiene.

Certo c’è l’ottima fotografia, una computer grafica mostruosa, e un 3D importante, ma è il direttore d’orchestra a dare il senso alla sinfonia. E il senso qui è di stupore. E di riverenza per quei piani sequenza che io non sarei riuscito neanche a fantasticare. Il primo trailer mi aveva già colpito profondamente, e già a maggio scrivevo così, ma sicurmante peseranno maggiormente le parole del regista James Cameron, che ha definito quello di Cuaron come il miglior film sullo spazio mai realizzato fino ad ora. E di solito lui non è uno che si prodiga in complimenti ai colleghi.

Gravity, presentato fuori concorso alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, mi ha lasciato senza fiato. Letteralmente. Pervaso da un senso di claustrofobia che mi ritorna ripensando alle scene, e non vedo l’ora di condividere questa terribile sensazione anche con voi (grazie ci vado subito).
Gravity arriva nelle nostre sale il 3 ottobre. Il nuovo trailer lo trovate qui.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.