Tu Non Sei Con Noi, Bro di Tredici Pietro e Mr. Monkey è il rap che conosciamo già (video e testo)

Il figlio di Gianni Morandi contro gli haters ma senza mordente

2
CONDIVISIONI

Gli accordi di settima eseguiti col piano elettrico che aprono Tu Non Sei Con Noi, Bro di Tredici Pietro e Mr. Monkey sono quel lubrificante che si apre, poi, sull’ennesima canzone rap che potrebbe funzionare sul piano della critica sociale, ma non sorprende se cerchiamo qualcosa di nuovo. Non è nelle pretese di Pietro, forse, che per il suo disco d’esordio Assurdo – 7 tracce prodotte interamente da Mr. Monkey – ha dichiarato di aver fatto delle scelte coerenti e libere, nella totale libertà espressiva sia sul piano sonoro che sul piano emozionale.

Il basso sintetico è nello stile degli anni ’80 e nel beat, tenuto leggero, il clap sostituisce il rullante. Il risultato è una base soft e ammaliante, ma non sufficiente per dare bellezza a un brano che sa di già sentito e già detto, con quel dissing rivolto agli haters e a chiunque non si identifichi con la sua persona e la sua musica. Un fatto curioso, se banalmente scomodiamo l’argomento del figlio d’arte perché Pietro, classe 1997, è figlio di Gianni Morandi e a giugno è arrivato alla sua prima raccolta di inediti dopo aver lanciato i singoli Pizza E Fichi, Piccolo Pietro, Rick E Morty e Passaporto.

Tra le sue influenze, il giovane rapper include gli americani Dr Dre e Jay-Z. Mr. Monkey, il suo produttore, ha lavorato anche con Fosco17 e ha firmato anche alcuni lavori di Lil Busso, e insieme a Tredici Pietro ha scelto di presentare al pubblico un disco senza filtri nato per creare uno slogan, una comunicazione alternativa che si insinuasse in un periodo storico segnato dall’invidia e dall’odio.

Tu Non Sei Con Noi, Bro di Tredici Pietro e Mr. Monkey è il singolo che butta fuori dalla stanza chiunque voglia delegittimare il dialogo, puntando il dito contro chi detiene il potere: “Per il soldo si diventa poco sinceri, ma con il registro che nasce dalle pulsioni adolescenziali, specie quando si parla di un’anima in ottone laccata in oro e di una festa che inizia ad agosto e finisce sempre in agosto.

Si parla di stile unico e inimitabile, ma ciò che ascoltiamo è il lavoro di un giovane ragazzo che si sta plasmando in concetti già espressi e che egli fa propri, come è giusto nel mondo dell’arte che Tredici Pietro ha preso e ha messo temporaneamente da parte.

Di seguito il testo e il video di Non Sei Con Noi, Bro di Tredici Pietro e Mr. Monkey.

Ehi, yo, giovane Pietro Tredici, devo pi***are
Tu non sei con noi, bro, no
No, non ti riconosco, sto facendo questa, ehi
Ehi, ehi, ehi
Mr Monkey

Tu non sei con noi, bro
Io non ti conosco, sto facendo festa
Non ti riconosco, ehi
Noi facciamo il fuoco in qualunque posto
Da agosto ad agosto, ehi, brother, brother
Non ti riconosco, no
Ehi, ehi, ehi, ehi (nah, nah, nah, nah)

Rispondo al cellulare, ma la linea è sporca (tu-tu-tu)
Tra ubriachi e folli, sai, la linea è corta
Piano piano arriva come il bus la notte
Da Porta Mazzini fino in Due Madonne (oh-ehi)
Sono Pietro e sono stanco di essere qualcuno che non sono
Come le voci a scuola in corridoio (ye-ye-yeah)
Come sapere, ma lo sanno loro
Ottone dentro, ma è laccato in oro (oh-ehi)
E ancora cerco, ma non mi ritrovo
So solo che non finirò mai mezzo uomo (ye-ye-yeah)
A metà prezzo come a fine agosto
Non divido con nessuno, non lo smezzo il posto
Non ho chiesto il posto
Fra’, me l’hanno dato
Non è tutto a posto
Fra’, è tutto annodato
Gridano il mio nome
Per me è tutto a posto
Se fanno il tuo nome

Tu non sei con noi, bro
Io non ti conosco, sto facendo festa
Non ti riconosco, ehi
Noi facciamo il fuoco in qualunque posto
Da agosto ad agosto, ehi, brother, brother
Non ti riconosco, ehi
Ehi, ehi, ehi, ehi, ehi (yeh, yeh, yeh)

E siamo solo noi in piedi
Guardo questi, penso: “Siamo solo noi veri”
Ma non è poi così vero
Per il soldo si diventa poco sinceri
Poco simpatico
Mi sorridi, ma sei poco simpatico
Se mi guardi con il fuoco negli occhi
Sappi che mi trovo il fuoco nel cranio
Non la penso come Paolo Di Canio
Ma rispetto pure Paolo Di Canio
Tanto siamo sicuramente più uguali che diversi
Non so se mi capisci, non so se mi comprendi
Ma so che t’interessi, so che ti interessa
So che te la prendi, paghi gli interessi
Paga tutto quanto, tanto non mi offendo
Vince sempre il banco, in questo caso Pietro
Piange sempre il piatto, in questo caso haters, ehi
In questo caso haters
Vince sempre il banco, in questo caso Pietro
Piange sempre il piatto, in questo caso
In questo caso, in questo caso

Tu non sei con noi, bro
Io non ti conosco, sto facendo festa
Non ti riconosco, ehi
Noi facciamo il fuoco in qualunque posto
Da agosto ad agosto, ehi, brother, brother
Non ti riconosco, no (ehi, ehi, ehi)
(Fra’, non li conosco, no)
Tu non sei con noi, bro
Io non ti conosco, sto facendo festa
Non ti riconosco, ehi
Noi facciamo il fuoco in qualunque posto
Da agosto ad agosto, ehi, brother, brother (yeh, yeh)
Non ti riconosco, no
Ehi (ehi, ehi)

Dai, fammi fare

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.