Cinema

“Il diritto di uccidere”, la guerra coi droni diventa un terribile videogioco

La tecnologia ha trasformato i conflitti in una sorta di videogioco, grazie a microcamere che mostrano nemici lontanissimi e missili scagliati da migliaia di chilometri di distanza. Ma “Il diritto di uccidere” ricorda che la guerra resta una questione serissima, che riguarda la politica, la legge e la morale. È l’ultimo film di Alan Rickman.

29 Agosto 2016 di Stefano Fedele
OM TV
Red Box | La Partita del Cuore: backstage e spogliatoi
Edoardo De Angelis ai Nastri d'Argento 2019
Sergio Cammariere ai Nastri d'Argento 2019
Giulio Base ai Nastri d'Argento 2019
GUARDA TUTTI I VIDEO