8 Maggio 2015 di Stefano Fedele
Leviathan: il grido di Giobbe in un mondo inumano e corrotto
Andrej Zvjagincev costruisce una sconsolata riflessione morale su una realtà in cui l’uomo è nemico del suo simile. E le istituzioni, dalla politica alla religione, sono marce fino al midollo. Suggestiva l’ambientazione nell’estremo nord della Russia. Ma il pessimismo d’autore è troppo programmatico.
OM TV
Giuseppe De Donno: l'eroe che salva le vite con il plasma dei donatori| Red Box
Francesco Facchinetti: 40 anni di vita dove il caos è ordine | Red Box
“Fratelli d’Italia” eseguita dal nostro chitarrista Massimo Varini | Red Box
Claudio Trotta “J’accuse” una lucida analisi sul blocco dei concerti | Red Box
GUARDA TUTTI I VIDEO