Potenziali problemi di crash Chrome su Huawei con EMUI 10: come affrontarli

Indicazioni utili per gestire le anomalie più frequenti dopo aver installato l'aggiornamento in questione

Huawei

Giungono ancora una volta segnalazioni per quanto potenziali problemi con smartphone Huawei dopo aver installato l’aggiornamento impostato su EMUI 10 in queste settimane. La vicenda, qui assume connotazioni differenti rispetto alle segnalazioni che hanno invece messo in evidenza anomalie a proposito della durata della batteria, come vi abbiamo riportato non molto tempo fa sulle nostre pagine. In particolare, il focus si è spostato su possibili crash di Google Chrome in seguito al download del pacchetto software.

Come gestire problemi di crash Chrome su Huawei dopo l’aggiornamento EMUI 10

In particolare, è possibile che dopo aver installato l’aggiornamento in questione ci possano essere dei blocchi improvvisi per il browser in questione, almeno stando alle segnalazioni di alcuni utenti Huawei che negli ultimi due mesi hanno avuto modo di testare i punti di forza e di debolezza di EMUI 10. Qualora dovessero verificarsi situazioni di questo tipo, prima di contattare l’assistenza ci sono alcuni tentativi che potete effettuare. Questa, ad esempio, una procedura ufficiale che viene suggerita dalla divisione italiana:

Ti suggeriamo di provare ad eseguire una partizione della cache.
Durante il ripristino del sistema i dati del telefono potrebbero essere eliminati. È quindi consigliabile eseguire un backup prima di procedere.
Da telefono spento > Tieni premuti contemporaneamente il tasto di aumento del volume e quello di accensione finché non vedi il logo HUAWEI > Seleziona Wipe Cache Partition > Riavvia il sistema
“.

Avete provato a seguire le istruzioni che sono state fornite dallo staff Huawei in questi giorni per provare a mettersi alle spalle il problema con Chrome? Fateci sapere se qualcosa del genere sia capitato anche a voi dopo il download dell’aggiornamento con EMUI 10, ma soprattutto se avete individuato una soluzione per il bug in questione. Solo così sarà più facile trovare una soluzione definitiva all’anomalia.