Serie A. Scudetto Juve. Complimenti Sarri, traditore del Sarriball ed inquilino del Palazzo che voleva conquistare

Sarri vince lo Scudetto perso in albergo a Firenze. Ma solo la Champions renderà completamente positiva la sua prima stagione bianconera

304
CONDIVISIONI
Maurizio Sarri, allenatore Juve

 

 

Stavolta Sarri non ha perso lo scudetto in un albergo di Firenze. Voleva espugnare il Palazzo con il Napoli, ne è diventato un inquilino. Ma l’impresa è compiuta. Dalla III Categoria allo Scudetto. Sarri è finalmente diventato un vincente. E nello sport la vittoria, come insegna casa JUve, è l’unica cosa che conta.

Il nono titolo consecutivo dei bianconeri porta la firma di Sarri che si aggiunge a quella di Conte ( i primi tre della serie) ed Allegri ( gli ultimi cinque). Sarri riesce finalmente a vincere in Italia, portando al Tricolore la formazione più forte sia prima che dopo il Covid-19.

Questa vittoria però non salva la stagione di mister Sarri il cui banco di prova sarà la Champions League. Per quanto incredibile possa sembrare, lo Scudetto era un traguardo scontato nell’ambiente bianconero che è ancora in attesa della rivoluzione belgiochista di Sarri.

La Juve di Sarri è forse la peggiore, dal punto di vista del gioco, di questa sequenza straordinaria. Ma nello sport lo scopo è vincere, non produrre bellezza. E Sarri ha vinto. E chi vince ha sempre ragione! Sarri compie un’impresa che corona una carriera che dalla base l’ha condotto al vertice della piramide calcistica.

Un percorso irto di ostacoli e delusioni che Sarri ha superato con carattere e determinazione. Certo ha “tradito” i suoi ideali belgiochisti , ha rinnegato i proclami rivoluzionari, si è arruolato nella fila dei tiranni piuttosto che sconfiggerli. Ma ha ottenuto il suo scopo , Sarri e per questo merita rispetto . IL rispetto di chi al fischio finale alza le braccia al cielo.

Ha vinto , ma non ha convinto Sarri. Ma ha vinto. Ed in attesa della Champions può finalmente guardare tutti dall’alto verso il basso . Congrats!!!

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.